Landini accusa Renzi: “il premier non ha il consenso delle persone oneste”

“Gli onesti non sono con Renzi e lui non cambierà il Paese da solo”. 

Non usa tanti giri di parole Maurizio Landini che attacca il premier direttamente da Napoli dov’è in corso una manifestazione di circa 20mila metalmeccanici che protestano contro la riforma del lavoro.

Il segretario generale della Fiom poi rincara la dose: “Il presidente del consiglio dovrebbe avere l’umiltà di riconoscere che il consenso dei giovani e di chi cerca lavoro non ce l’ha”.

Dalla testa del corteo Landini  invita quindi il presidente del Consiglio a riaprire un tavolo di trattativa con i sindacati.

La replica del partito democratico non si è fatta attendere.

Così in un tweet il presidente del Pd Matteo Orfini: “Un sindacalista non dovrebbe mai parlare in questo modo. Rischia di offendere milioni di persone che credono in noi“.  

Commenta l'articolo con Facebook

News Correlate

Lascia un Commento