21 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Lautaro segna, Icardi posta: come cambia la nuova Inter di Spalletti

2 min read

Lautaro Martinez nuovo idolo nerazzurro, dopo la grande prestazione nel Derby Spalletti se lo tiene stretto e lo ringrazia i barba a tutte le inutili polemiche.

Lautaro Martinez gioca e segna, Icardi non si vede più ma posta sui social, il risultato: uno spalletti da lancio di sassi dalle scarpe, di quelli davvero fastidiosi. Si perchè il tecnico toscano, l’occasione di elogiare chi ha giocato dribblando il resto non l’ha persa, così come Maurito di elogiare l’Inter ed i compagni sui social. Intanto Lautaro Martinez si guadagna sempre di più il posto da titolare, alla faccia delle polemiche. Quattro presenze da titolare nel 2018, i disguidi  tra il padre e Spalletti e soprattutto tanto lavoro per guadagnarsi spazio fino all’esplosione dell’ultimo mese, fornita su un piatto d’argento dal connazionale. Lautaro cresce giorno dopo giorno, il mercato di gennaio lo aveva visto addirittura lontano da Milano, fattore chiarito dall’agente Beto Yaque: “L’Inter non ha mai considerato la possibilità di cedere Lautaro, al di là del fatto che fosse noto questo interesse di diverse squadre. Ma a nessuno è mai venuto in mente che Lautaro potesse lasciare l’Inter”.

IL DERBY PUNTO DI SVOLTA- Protagonista nel derby con l’assist a Vecino e il gol su rigore (fortunoso nell’ottenerlo e nel realizzarlo) è ormai diventato un punto fermo dell’Inter di Spalletti. L’agente è intervenuto anche a questo proposito: “Se la mancanza di Icardi ha influito? Per niente, Lautaro ha lavorato sin da quando è arrivato per poter guadagnare un posto. Per Lautaro il calcio è questo: competere e dimostrare di essere pronto”.

ICARDI RIENTRA…DALLA PANCHINA- Nuovo idolo dei tifosi e dei compagni di squadra che con lui si trovano a meraviglia, non si preoccupa affatto del possibile rientro di Icardi, per il quale ancora non si conosce una data.”Già il fatto di entrare a San Siro a 20 anni e giocare come quando giocava con i suoi amici da piccolo, penso che chiarisca la personalità che ha. Non so se sarà un leader, l’unica cosa che vuole è giocare e dare tutto quello che ha in ogni partita, fino a raggiungere tutti i suoi obiettivi”. Così  l’agente a conclusione dell’intervista a fcinter1908.it.