28 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

L’e-commerce food cresce del 56%, con un valore di circa 600 milioni

2 min read

È in continua e costante crescita il mercato online del Food&Grocery, che nel 2019 ha toccato la quota di 1,6 miliardi di euro, con un complessivo aumento del 39% rispetto allo scorso anno.

L’Osservatorio eCommerce B2c, un progetto nato in sinergia tra la School of Management del Politecnico di Milano e il Netcomm, ovvero il consorzio del commercio elettronico italiano, ha portato avanti uno studio statistico con l’obiettivo di rilevare il peso dell’e-commerce in Italia e quali tra i diversi settori del commercio elettronico detengono il primato nel nostro Paese.

A trainare il tutto è principalmente il Food delivery, con un aumento del 56% rispetto allo scorso anno e ben 566 milioni di euro raggiunti; segue il Grocery alimentare con un valore di 476 milioni di euro e una crescita del 45%; in coda l’enogastronomia, con 383 milioni di euro e un incremento del 24%.

L’e-commerce si conferma pertanto un’opportunità redditizia di business da non trascurare, a patto di rapportarsi con consapevolezza e una strategia ben definita: questo comporta studiare in maniera approfondita il mercato di riferimento, pianificare congrui investimenti in marketing, pensare e organizzare correttamente la parte operativa, amministrativa, fiscale e logistica, dotandosi di opportuni e funzionali software gestionali.

Easyfatt di Danea è un esempio virtuoso di software gestionale, che consente di gestire le attività correlate all’e-commerce, controllando la fatturazione, la gestione degli acquisti, del magazzino e dei pagamenti, in maniera intuitiva e personalizzata.

Collegati strettamente all’e-commerce-food sono i servizi di consegna del cibo a domicilio, che ancora non coprono tutto il Paese, sebbene il 93% delle città italiane con popolazione superiore ai 50.000 abitanti sia fornito di tali servizi: una percentuale in aumento rispetto al 2017, in cui solo il 74% delle città era provvisto di consegna a domicilio.

Gli acquisti online dei consumatori italiani in questo settore sono in continua espansione, ma incidono ancora in piccola parte sul totale degli acquisti.

Cambiano anche le modalità di effettuare la spesa. Gli acquisti avvengono infatti non solo online, ma con metodi di consegna alternativi, come il click&collect o il drive-to-store.