27 Gennaio 2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

M5S spaccato sul dl sicurezza. Nugnes: “Voglio votare contro”

2 min read

Il dl sicurezza sembra spaccare la parte pentastellata della maggioranza di governo. La senatrice ribelle dei 5S, Paola Nugnes è chiara: “Voglio votare contro questo provvedimento, partito male, ma nel caso di un’eventuale fiducia mi riservo di valutare il da farsi”. Così la senatrice ribelle pentastellata a margine dei lavori della Commissione affari costituzionali del Senato sul dl sicurezza. “Io – aggiunge – sono portatrice della visione originaria, iniziale, del movimento e non condivido questa sua trasformazione alla quale sto assistendo”.

Il via libera sarebbe quindi a rischio, tanto che deve intervenire il premier Conte per un richiamo alla ‘responsabilità-consapevolezza’ dei parlamentari M5s. Per stasera è stata convocata un’assemblea congiunta per sciogliere i nodi relativi ai dossier più spinosi: dal Tap al decreto sicurezza, passando per la manovra finanziaria. Alla riunione sarà presente anche Di Maio ma non la stessa Nugnes, come saranno assenti altri dissidenti M5S Elena Fattori e Matteo Mantero. La prima “per ragioni personali”. Il secondo per motivi di tempo.

La stessa Elena Fattori, ieri, parlando di quanto stanno facendo i Cinquestelle al governo ha dichiarato: “Immaginate se in uno dei tanti comizi e convegni appena qualche mese fa avessi raccontato questo – ha scritto sull’Huffington Post – mi avrebbero preso per folle o per lo meno mi avrebbero rincorso con torce e forconi“. Contrario al dl sicurezza, fortemente voluto dalla Lega anche il generale Gregorio De Falco, che non intende fare dietrofront su alcuni degli emendamenti al decreto.

‘Non ci fermiamo, è una polemica di pochi’, afferma il capogruppo Patuanelli. ‘La maggioranza è compatta’, taglia corto Salvini.