25 Ottobre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Maltempo sull’Italia con forti venti e pioggia. Arriva la prima neve

3 min read

Ancora una giornata di maltempo in Italia. Allagamenti, smottamenti, tetti divelti ed alberi sradicati, hanno segnato varie zone del Paese. Un uomo in provincia di Varese è morto. Si tratta di Mario Farsetti, 61 anni, travolto da una tempesta a Luvinate mentre faceva una corsa. I vigili del fuoco hanno individuato e recuperato la salma nei pressi di un torrente esondato.

Sempre in provincia di Varese i soccorritori hanno salvato un uomo rimasto bloccato a bordo della sua auto a Brenta e soccorso un altro automobilista la cui vettura è stata colpita da un masso a Montenegrino Valtravaglia. A Castelveccana due anziani sono rimasti intrappolati nella loro abitazione invasa da fango e detriti, dalla quale sono usciti grazie all’intervento dei vigili del fuoco.

Il maltempo ieri pomeriggio ha anche portato già la prima neve sulle valli bergamasche, oltre i 1.900 metri di quota. Una fitta nevicata è caduta a Foppolo, in alta valle Brembana, imbiancando il Montebello, a quota 2.100, e il piazzale degli alberghi, a quota 1.700. Anche al Monte Pora, dunque in alta valle Seriana, la perturbazione odierna ha portato la neve, caduta fitta alla Baita Termen, a quota 1.610 metri.

In Valtellina pioggia battente sul fondovalle con forti raffiche di vento e fitte nevicate alle quote superiori ai 1500 metri. Sull’Autostrada A8, tra le uscite di Origgio e Castellanza, un albero è precipitato sulla carreggiata, fortunatamente senza colpire alcuna auto in transito, così come accaduto nei pressi degli ospedali di Tradate. Contestualmente il vento ha divelto le coperture di due scuole nei comuni di Venegono Inferiore e Castelseprio. Decine gli interventi in Lombardia per allagamenti e alberi sradicati, dove il vento ha messo in difficoltà pedoni e strutture commerciali a Milano. Lo stesso è accaduto nelle province di Sondrio e di Verona, dove il vento ha portato la grandine sulle strade.

Sempre la grandine ha causato gravi danni nel Pavese, mentre al confine tra Pavia e Novara la tempesta ha gravemente compromesso le risaie di decine di aziende agricole. La perturbazione ha portato la prima neve sulle Alpi Piemontesi, dove Sestriere si è svegliata imbiancata. E’ tornata la neve anche sul Gran Sasso, oltre i 2000 metri.

In Alto Adige la furia del vento ha sradicato un grosso albero a Merano, che è caduto su tre autovetture. Tra gli occupanti sono rimasti lievemente feriti una donna e il suo bambino di tre anni. Lo stesso è accaduto in Toscana, a Viareggio, dove un pino piombato sulla carreggiata ha lievemente ferito tre persone, due donne sedute al tavolino di un bar e il passeggero di un autobus in transito, mentre in provincia di Pisa numerosi alberi caduti hanno bloccato la circolazione stradale. Una frana di fango, terriccio e detriti ha invaso, la notte scorsa, il paese di Montieri (Grosseto) sulle Colline Metallifere. Una parte della collina che sovrasta il borgo a causa di una bomba d’acqua è franata in paese trascinando a valle detriti, fango e sassi, riempiendo gran parte delle strade.

Sono almeno tre le persone portate in ospedale perchè rimaste ferite a causa della tromba d’aria abbattutasi stasera su Rosignano Marittimo (Livorno).

In Sardegna, ad Alghero, una tromba d’aria si è abbattuta su un capannone, causandone il crollo. Una bomba d’acqua ha colpito la città di Napoli, dove i resti di un soppalco, forse una tettoia o una veranda volata da uno dei palazzi prospicienti, hanno completamente invaso di detriti una via dove si svolge il mercatino rionale del quartiere Montesanto. A Pozzuoli sono stati invece registrati diversi allagamenti.