Mediaset-Vivendi. Berlusconi: “operazione ostile, non ci ridimensioneranno”

Silvio Berlusconi schiera la famiglia compatta contro Vicent Bollorée e promette che Fininvest “nel rispetto delle leggi” alzerà ancora la sua partecipazione.

“L’acquisto di azioni Mediaset da parte di Vivendi, non concordato preventivamente con Fininvest, non può essere considerato altro che un’operazione ostile”, ha dichiarato il primo socio del Biscione. L’arrocco della cassaforte di famiglia, salita al 39% dei diritti di voto delle tv di Cologno, serve ad alzare l’asticella per un’eventuale scalata ostile dei francesi e per provare a blindare il 50% della società.

A Borse chiuse è arrivato anche l’annuncio della società francese, che ha scritto in un comunicato di aver raggiunto la soglia del 20% del capitale sociale di Mediaset, obiettivo parso chiaro fin dall’inizio dell’intervento. Dal 3% di lunedì Vivendi è arrivato al 12,3% di martedì e al 20% di mercoledì.

Sulla vicenda è intervenuto ance il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, assicurando che l’esecutivo sta monitorando l’operazione, “che potrebbe configurarsi come una scalata ostile”.