30 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Medio Oriente: storico accordo di pace Israele-Emirati Arabi sotto la regia di Trump

2 min read

Il Medio Oriente resta una zona senza pace, ma è comunque storico l’accordo di pace tra Israele ed Emirati Arabi Uniti. L’annuncio dell’intesa è arrivato direttamente da Donald Trump su Twitter. Il presidente degli Stati Uniti ha scritto sul social network: “E’ una enorme svolta nella politica mediorientale, un grande passo”. “Giornata storica”, ha invece commentato il premier israeliano Benyamin Netanyahu.

La soddisfazione di The Donald. Trump ha illustrato lo storico accordo di pace direttamente dalla Casa Bianca, alla presenza di alcuni suoi stretti collaboratori tra cui il genero consigliere Jared Kushner, l’architetto del piano di pace americano per il Medio Oriente. I media Usa sottolineano che per il tycoon si tratta di una vittoria politico-diplomatica da cavalcare in vista delle prossime elezioni presidenziali.

La reazione di Tel Aviv. Israele ha accettato di sospendere l’annessione di parti della Cisgiordania in cambio della normalizzazione dei legami con gli Emirati Arabi Uniti. In conferenza stampa, il premier Netanyahu ha detto: “E’ mio privilegio firmare il terzo accordo con un Paese arabo, dopo quello di Begin con l’Egitto e di Rabin con la Giordania. Sono convinto che altri Paesi arabi si uniranno all’intesa”.

Di tipo diverso però le reazioni arabe. Un portavoce di Hamas ha accusato gli Emirati Arabi Uniti di aver accoltellato i palestinesi alle spalle, siglando l’accordo con Usa e Israele. Mentre il presidente dell’Autorità nazionale palestinese Abu Mazen ha respinto con forza l’intesa dicendo: “Questo passo mina l’iniziativa per la pace araba, le decisioni dei vertici arabi e islamici, la legittimità internazionale e l’aggressione contro il popolo palestinese”. Abu Mazen ha quindi chiesto un’immediata riunione di emergenza della Lega Araba e dell’Organizzazione per la Cooperazione Islamica per respingere questa dichiarazione.