06/12/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Milan, è qui la festa! Rossoneri campioni d’Italia. Il Cagliari retrocede in B

2 min read

Milan campione d’Italia, Cagliari retrocesso in Serie B con Genoa e Venezia. Questi gli ultimi due verdetti emessi dalla Serie A 2021-2022 all’ultima giornata. Il Diavolo a Reggio Emilia contro il Sassuolo archivia la pratica tricolore in 36 minuti grazie alla doppietta di Giroud (l’uomo dei gol pesanti) e alla rete di Kessie. E a Milano può esplodere la festa rossonera per la conquista del 19° scudetto; un trionfo che mancava dal 2011. All’Inter non basta il 3-0 del Meazza contro la Sampdoria: la squadra di Simone Inzaghi chiude a -2 dai cugini. I due derby le sliding doors, le porte girevoli decisive: all’andata 1-1 con Tatarusanu, in quel momento sostituto dell’infortunato Maignan che para un rigore a Lautaro, 2-1 milanista in rimonta nella stracittadina di ritorno.

Milan, il trionfo del gruppo. Un mix tra giovani e senatori ha consentito a Stefano Pioli di vincere il suo primo titolo da allenatore. Grande merito al tecnico ma anche alla società che pur tra mille difficoltà economiche è riuscita a mettere in piedi una bella rosa individuando giocatori di qualità e quantità. Nel calcio a volte le idee contano più dei soldi. Come detto, è stata la vittoria del gruppo. Nella classifica marcatori vinta da Immobile con 27 centri, il primo milanista lo troviamo al 16° posto: Olivier Giroud con 11 reti. Ma i rossoneri quest’anno sono stati un’autentica cooperativa del gol: altro esempio di un grande gruppo e di un gioco corale, un gioco di squadra. Ecco, il Milan quest’anno ha trionfato perchè è stata più squadra di tutte. Chapeau.

Psicodramma Cagliari. Nonostante il 4-0 con cui l’Udinese sbanca Salerno, i sardi retrocedono perchè incapaci di andare oltre lo 0-0 in casa del già retrocesso Venezia. La salvezza della Salernitana comunque ha il sapore del miracolo sportivo: l’ennesima impresa di mister Davide Nicola dopo quelle centrate con Torino, Crotone e Genoa. Ma l’architetto di questa salvezza è il direttore sportivo Walter Sabatini che a gennaio ha rivoluzionato la rosa anche grazie al neopresidente Danilo Iervolino che a fine 2021 ha rilevato il club salvandolo da un fallimento targato Claudio Lotito. Al contrario, la discesa in B del Cagliari è il fallimento di patron Tommaso Giulini che ha sbagliato tutto. Già l’anno scorso gli isolani rischiarono di retrocedere. Errare è umano, perseverare è diabolico e alla fine il conto arriva.

Autore