09/12/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Mixed zone, Allegri: “Un passettino alla volta. Negli spogliatoi quasi non ci credevamo”

2 min read

Mixed zone, Allegri si prende i tre punti di ritorno dalla sosta per le nazionali, il modo migliore per iniziare il mese di ottobre, dopo il terribile mese di settembre. Kostic, Vlahovic e Milik stendono un Bologna ancora in difficoltà dopo l’esonero di Mihajlovic. Allegri a fine gara esprime il significato di un sospiro di sollievo che in questo momento vale oro. Le sue parole a Dazn. 

VITTORIA NETTA- “E’ stata una vittoria netta e importante. Mi sono piaciuti lo spirito e la compattezza del gruppo. Non vincevamo da un mese e ora dobbiamo tenere un profilo basso perché siamo lontani in classifica e dobbiamo sistemare la Champions. La classifica dice che abbiamo 13 punti e che dobbiamo fare una rincorsa importante. Ma possiamo avvicinarci un passettino alla volta”.

SU MILIK MA NON SOLO- “Un impatto così era difficile immaginarselo. Milik è un giocatore che sa giocare molto bene a calcio, è intelligente, sa muoversi, sa smarcarsi, questo lo sapevamo. E soprattutto può giocare bene con Vlahovic. I rientri di Rabiot e Locatelli sono molto importanti, come lo sarà quello di Di Maria, che speriamo di avere presto a disposizione. Avere tanti giocatori da far girare è fondamentale. Stasera comunque Locatelli finchè ha tenuto ha fatto molto bene, lui scherma molto bene davanti. Poi è entrato Paredes e lo ha fatto altrettanto bene”.

SU RABIOT- “Rabiot è un giocatore che ha motore, ha un motore diverso, stasera è andato al tiro 2-3 volte, ha giocato anche più palle verticali. Credo che Adrien sia in un buon momento già da un anno a questa parte, e quest’anno credo che potrà fare ancora meglio perché comunque ha l’età giusta ed è maturo per fare una grande stagione”.

SULLA GARA- “Anche gli altri hanno fatto bene stasera. Bonucci ha fatto bene e anche Bremer e Danilo. E’ stata una partita solida, avevo chiesto ai ragazzi di non strafare, perché in questo momento la voglia di fare, di dimostrare, di uccidere la partita subito poteva essere rischiosa dopo un mese senza vittorie”.

REAZIONE POST GARA- “Siamo tornati negli spogliatoi e quasi non ci credevamo neanche e questo fa solo che bene. Abbiamo avuto pazienza, siamo andati in vantaggio, poi abbiamo un altro paio di situazioni favorevoli, ma c’è ancora tanto da migliorare, soprattutto quando troveremo una condizione migliore con i rientranti e saremo al completo”.

SULLA CLASSIFICA- “Bisogna fare un passettino alla volta e se saremo bravi sicuramente ci avvicineremo, come ci siamo avvicinati l’anno scorso ci avvicineremo quest’anno. Però non possiamo fare tutto e subito, intanto abbiamo la Champions e bisogna cercare di ritornare in corsa, contro una squadra che non è assolutamente facile da battere”.

Autore