23/09/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Mixed zone, Champions: Sorridono Pochettino e Klopp. Koeman lo ammette spiazzando tutti

2 min read

Mixed zone, riparte la Champions League con le prime due gare degli ottavi di finale, bene il Liverpool che in Germania batte 2-0 il Lipsia, ipotecando così i quarti. Stessa sorte per il Psg che contro il Barcellona ne fa addirittura 4, l’unica rete catalana è quella di Messi ma ormai sembra non bastare più. Ad ogni modo il Barca negli anni ci ha abituato a rimonte clamorose ma forse erano altri tempi. Andiamo a vedere cosa hanno detto i tecnici alla fine delle gare, partendo da Koeman.

SQUADRA PIÙ COMPLETA DELLA NOSTRA- «Bisogna riconoscere la loro superiorità, hanno dimostrato di avere una squadra più completa della nostra. Bisogna accettare la realtà per cercare di migliorare. Non si possono disputare match così, ma giocavamo contro una squadra forte ed esperta, al momento migliore della nostra».

Pochettino appare cauto al termine dell’incontro, sa bene che in Champions non bisogna mai abbassare la guardia soprattutto con il Barcellona.

C’È ANCORA IL RITORNO- “Non dimentichiamo che ci aspetta il match di ritorno. Mancano ancora 90 minuti e loro hanno grandi giocatori. Niente è ancora fatto. Sicuramente, però, sono contento della nostra prestazione e del risultato, ma non dobbiamo pensare di aver già fatto tutto”.

SINGOLI-  “Mbappé? Kylian è tra i migliori al mondo ed è ancora giovanissimo. Ha fatto cosa incredibili ma dobbiamo cercare di non essere già con la testa tra le nuvole. Verratti? Legge in modo unico la partita. Ci permette di toglierci da situazioni complicate in modo ottimale e ripartire con tecnica. Può ancora lavorare per creare azioni offensive come l’assist. Ha grandi capacità di lettura del gioco”.

SU MBAPPÉ- “Prima della partita Kylian mi ha chiesto quante volte avessi vinto contro il Barcellona. Io ho risposto ‘solo una con l’Espanyol’. Ecco, lui mi ha detto ‘Preparati a vincere di nuovo…’“.

Come detto, il Liverpool di Klopp supera 2-0 il Lipsia ma anche qui attenzione alla gara di ritorno. Ad ogni modo il risultato sembra proiettare già la squadra al turno successivo.

ERAVAMO POCO RIPOSATI- “Era una partita difficile. Abbiamo avuto poco riposo dall’ultimo match di campionato e abbiamo fatto anche un volo lungo. Non si può ricostruire tutto con una partita dopo un periodo negativo, ma oggi siamo stati bravi. Molti si aspettavamo che scivolassimo ancora ma abbiamo reagito bene e non è successo”.