25/09/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Mixed zone, Inzaghi: “Non si può vincere solo al novantacinquesimo. Mercato? Non scherziamo”. Pioli: “Già chiaro cosa migliorare”

2 min read

Mixed zone, Inter e Milan ok ma con risultati diametralmente opposti. I rossoneri vincono 4-2 contro l’Udinese con errori da prima di campionato, l’Inter invece si prende i tre punti al 95esimo, quando lo spettro del primo pari aleggiava sulla panchina di Inzaghi, cauto a fine gara, ai microfoni di Sky.

VITTORIA DI CUORE- “É una vittoria voluta col cuore, la squadra ci ha creduto fino alla fine ed è la cosa più positiva della serata. Una squadra come la nostra che sblocca il match subito non può vincere solo al 95′. Dobbiamo analizzare perché ci siamo ridotti a vincere all’ultimo secondo”.

FORTI ALLA FINE- “Nell’ultimo quarto d’ora di partita c’è la percentuale maggiore di gol perché le squadre sono stanche. Io ho la fortuna di avere attaccanti forti e questa sera a Lecce abbiamo chiuso con il 4-2-4, diventa difficile per tutti fermarli in area”.

MERCATO- “Non faccio nomi, ci pensa la società. Non c’è da scherzare perché gli altri acquistano mentre noi dobbiamo tenere i nostri giocatori, secondo i media poi siamo gli unici a dover vendere per forza mentre gli altri comprano molto. La squadra deve rimanere questa, di mercato non voglio parlarne e ci manca un centrale che prenda il posto di Ranocchia. La società si sta muovendo per colmare il vuoto”.

Pioli doveva vincere e lo fa pur considerando gli aspetti negativi che hanno caratterizzato la gara con l’Udinese

FALSA PARTENZA- “Abbiamo preso gol ancora una volta a inizio partita, dobbiamo cominciare meglio. Poi abbiamo reagito facendo trenta minuti molto bene, ma tecnicamente possiamo fare molto meglio. É normale in questo periodo dover migliorare qualcosa”.

SU REBIC- “È fortissimo, è molto importante per noi averlo in forma come due stagioni fa. Ha l’atteggiamento giusto e la voglia, a prescindere dai gol perché ha lavorato molto senza palla”.

BRAHIM DIAZ- “Il gol vale molto per un giocatore come lui. Gli chiediamo di essere presente in area segnando e facendo assist. Oggi l’ha fatto, anche se lui come altri hanno giocato qualche pallone di troppo con leggerezza in mezzo al campo causando dei contropiedi. Comunque abbiamo fatto una buona partita”.

MIGLIORARE LA DIFESA- “Abbiamo preso due gol da palla inattiva. Dobbiamo lavorare meglio anche in avanti favorendo i difensori. A volte sembriamo più intensi quando difendiamo alti che davanti alla nostra area ed è un errore grave. Oggi abbiamo sbagliato qualcosa e già con l’Atalanta dovremo alzare il livello”.

SU DE KETELAERE- “Mi ha fatto un’ottima impressione, legge prima le situazioni anche se ovviamente non può essere al massimo della forma. Ci vuole tempo per imparare i movimenti dei compagni, ma non ho dubbi sulle sue qualità. Diamogli tempo”.