11/04/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Mixed zone, Mihajlovic: “Risultato bugiardo, noi abbiamo creato e loro hanno segnato però qualcosa mi è piaciuto”

2 min read

Mixed zone, giornata di campionato numero 26, questa sera si gioca Inter-Atalanta, intanto ieri sera la vittoria del Napoli sul bologna per 3-1, fondamentale ai fini della lotta Champions, in virtù del fatto che ancora si dovrà giocare il recupero con la Juventus. Era importante vincere, la Roma aveva fatto lo stesso e quindi non si poteva perdere altro terreno. Per quanto riguarda il Bologna, una sconfitta “indolore”, se non per il morale. Nessun commento a fine partita da parte del Napoli e di Gattuso, prosegue il silenzio stampa da parte del club azzurro, nonostante la bella vittoria. Ha parlato invece Mihajlovic per il Bologna, queste le sue parole. 

FARE DI PIÙ- “Noi abbiamo giocato e loro hanno segnato. Ci siamo fatti tre gol da soli. Abbiamo giocato meglio di loro, ci sono stati annullati due gol e abbiamo anche colpito un palo. Il 3-1 è bugiardo, non meritavamo di perdere. Loro sono stati più bravi di noi a segnare. Abbiamo subito gol su errori individuali di calciatori esperti. Adesso non ci resta che preparare la prossima partita: se giocheremo come stasera, avremo buone possibilità di vincere”.

RENDIMENTO FUORI CASA- “Dobbiamo salvarci. Potevamo fare meglio, ma anche peggio, visti i numerosi infortuni che abbiamo. Facciamo il massimo, oggi non posso dire nulla ai ragazzi. Abbiamo dimostrato di poter vincere contro chiunque, abbiamo un’identità precisa e puntiamo a fare sempre la partita”.

SU BARROW E SULL’ATTACCO-  “Ha le potenzialità per fare 20 reti a stagione, dipenderà molto da lui. Per me è un attaccante esterno ma stiamo lavorando per adattarlo a prima punta. Ha degli alti e bassi”.

SULLE PUNIZIONI E SIPARIETTO CON DEL PIERO- “Io in allenamento segno più punizioni dei miei giocatori. Serve passione per fare le cose. Come facevo io e come facevi tu, dopo l’allenamento ci si fermava a tirare le punizioni. In dodici anni da allenatore non c’è mai stato un mio calciatore che ha chiesto di restare a lavorare sui calci piazzati dopo l’allenamento. Devo chiederlo sempre io…”.