29/11/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Mixed zone: pari tranquillo ma indigesto per Ballardini e Gotti. Entrambi i tecnici chiedono di più

3 min read

Mixed zone, il turno numero 27 prevede 4 gare nella giornata di sabato, l’ultima è quella tra Genoa ed Udinese, 1-1 tranquillo che non crea problemi a nessuno. Al termine del match le parole dei due tecnici, partendo da Ballardini.

MISSIONE COMPITA – “Ho ottenuto ciò che mi aspettavo, l’idea era non dare riferimenti. I difensori dell’Udinese sono alti 1.90, volevamo attaccare lo spazio. Siamo riusciti a farlo”.

SULLA GARA – “Quando difende, l’Udinese sta con tutti i giocatori in 10 metri di campo, è difficile trovare spazio. L’Udinese ha concesso poco o nulla a Inter e Milan, è paragonabile alle più forti del nostro campionato in questo momento. Rammarico? A un minuto dalla fine abbiamo avuto un’occasione importante, ma valuto la prestazione. Ci sono momenti in cui le cose girano bene e vinci partite che non dovresti vincere e viceversa. L’Udinese non concede nulla, sono bravi e umili. Hanno grandissime qualità”.

SU BIRASCHI – “Se sta bene, è questo qui. Ha il dovere di essere questo giocatore, altrimenti non va bene. Siamo contenti che stia bene, ha una responsabilità: da qui in avanti deve fare altrettanto bene”.

SU STROOTMAN – “E’ un giocatore di spessore e di classe, è umile e intelligente, siamo felici di averlo perché fa tutto. Lo fa bene e con serietà”.

SU SCAMACCA – “Con le qualità che ha, deve imparare il mestiere nei movimenti. Non possiamo permetterci di avere Scamacca, un secondo attaccante e un trequartista, dobbiamo trovare equilibri. L’Udinese, ad esempio, gioca con un attaccante e tutti centrocampisti”.

Di diverso avviso ma sulla stessa lunghezza d’onda invece Gotti, il tecnico dell’Udinese spiega così in conferenza stampa e al canale ufficiale il pari con il Genoa

NOI PIÙ DEL GENOA- “Il Genoa ci ha impegnato di più nel recupero che in tutta la partita. La partenza dell’Udinese non mi era dispiaciuta, faccio i complimenti a Pandev per il gol, veramente da grande attaccante, noi siamo stati un pò lunghi e abbiamo speso molte energie per riequilibrare la gara, avevo la sensazione che potessimo creare delle situazioni per portare a casa il bottino pieno, vedi De Maio, Llorente, forse ho sottovalutato le energie dei miei uomini nel recupero. Llorente si è dato da fare, esce dal campo avendo dato tutto.

CLASSIFICA SERENA- “Da parte nostra c’è una certa continuità di risultati e di punti , la classifica volge verso il sereno, ogni partita la affrontiamo come opportunità non come problema.

SU DE PAUL- “De Paul? mi piace pensare che anche l’Udinese sia una società importante che possa tornare ad ambire a palcoscenici importanti, De Paul per le sue qualità può stare in qualsiasi contesto”.

AL CANALE UFFICIALE- ” per tutta la partita non abbiamo concesso molto, Pandev ha fatto un gran gol, poi non abbiamo concesso molto fino al recupero, forse ho sottovalutato la stanchezza dei miei giocatori. L’occasione di De Maio, di Nestorovski, di Llorente, il gol annullato a Llorente, c’era la sensazione che se avessimo concesso poco al Genoa ci saremmo trovati delle occasioni per vincere. Pereyra? Credo che Pereyra abbia questa capacità di interpretare la partita, interpreta bene la partita, alterna momenti in cui attacca la profondità, viene tra le linee e io lo sposto dove può usare di più le sue qualità.

DARE CONTINUITÀ- Questa squadra sta trovando continuità di risultati e cerchiamo di lavorare perchè questa cosa possa continuare. Alla fine del percorso sarebbe bello constatare una mentalità vincente. Adesso abbiamo 33 punti in classifica dobbiamo affrontare partita per partita”.