ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Mixed zone, Pioli: “Gara difficile, complicata. Ora giochiamo con più convinzione”. Inzaghi: “Meritavamo di più. Nessun dubbio sui rigoristi”

3 min read

Mixed zone, finisce 1-1 il derby di Milano, gara emozionante dal punto di vista tattico ma anche ricco di spunti per quanto riguarda il gesto di Calhanoglu, comunque non commentato da Pioli. Il tecnico rossonero ha preferito parlare dei suoi giocatori e della sua squadra, ai microfoni di Dazn.

GARA DIFFICILE- “E’ stata complicata, difficile, abbiamo sofferto troppo nei primi 20′ del secondo tempo. L’Inter è forte ma abbiamo dimostrato di essere forti anche noi. Siamo stati coraggiosi, anche difensivamente. la reazione c’è stata. Abbiamo dimostrato grande voglia di portare a casa un risultato positivo”.

CRESCITA RISPETTO ALL’ANNO SCORSO- “È normale, guardate che differenza di età media c’è tra noi e l’Inter nell’undici titolare. Ora ci giochiamo le partite con più convinzione. L’Inter è sicuramente tra le più forti del campionato, qualche difficoltà ci sta, in alcune situazioni siamo stati più bravi noi e in altre più bravi loro”.

SULLA GARA- “La reazione c’è stata. Siamo andati sotto col rigore su un nostro errore mentre provavamo a gestire. Abbiamo mantenuto le nostre idee. Potevamo cercare di più Zlatan e appoggiarci di più su di lui, ma siamo stati comunque pericolosi e abbiamo combattuto pallone su pallone”.

RECUPERO DI REBIC- “E’ importantissimo perché ha caratteristiche importanti per la squadra. C’era bisogno, a Leao abbiamo tirato il collo in queste settimane e si è visto che era meno brillante del solito anche se anche lui ha dato tutto per la squadra”.

ROSA COMPETITIVA-  “Assolutamente sì, sono molto contento. Siamo ambiziosi, il club mi ha messo a disposizione un potenziale importante. Ora dobbiamo recuperare anche Messias. Quelli che sono entrati stasera sono giocatori forti, ho la fortuna di allenare tanti giocatori bravi e dobbiamo mantenere questa voglia di lavorare insieme e mantenere questa disponibilità”.

Inzaghi avrebbe voluto vincere ed avrebbe anche meritato a detta sua, in virtù di un netto vantaggio nelle statistiche

BICCHIERE MEZZO VUOTO- “Il bicchiere è mezzo vuoto perché abbiamo creato tantissimo e sbagliato un rigore. Meritavamo di più, ma abbiamo affrontato un’ottima squadra. Prestazioni del genere ci danno consapevolezza di noi. Dobbiamo recuperare forze ed energie, c’è qualche giocatore acciaccato. Contro Juve e Milan meritavamo di vincere, ma rossoneri e Napoli stanno tenendo un ritmo incredibile. C’è tempo e margine per recuperare”.

RITMI ALTISSIMI- “Entrambe le squadre hanno giocato a ritmo altissimo, ma potevamo tutte e due giocarlo meglio. I nostri rigoristi sono Lautaro e Calhanoglu, certo che che avessimo segnato e contro l’Atalanta avremmo punti in più importanti”.

SU CALHANOGLU-  “Sono lui e Lautaro a decidere in quei momenti. Hakan sta facendo bene, stasera un’ottima partita come contro l’Udinese. Giocando ogni tre giorni devo fare delle scelte e ruotare in mezzo al campo, non è semplice e ho sempre dei grandi dubbi”.

SULLA GARA- “Abbiamo fatto i primi venti minuti non approcciando benissimo, abbiamo cominciato a tenere la palla e loro sono una squadra tecnica e devi cercare di comandare la partita. Devi farli correre, tranne i primi quindici minuti e gli ultimi abbiamo comandato a lunghi tratti la partita. Barella ha avuto un affaticamento, avevo qualche problema anche con Dzeko e Bastoni. Giocando con questi ritmi ci possono essere situazioni del genere”.

Autore