27 Ottobre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Mixed zone, Pirlo: “Bene ma ci vorrà tempo. Ronaldo? Andrà gestito per le gare importanti”

3 min read

Mixed zone, inizia il campionato con la prima vittoria della Juventus ma soprattutto di Andrea Pirlo che ne fa addirittura 3 a Caludio Ranieri, decisamente più esperto. Andiamo a vedere quello che ha detto il tecnico bianconero al termine del match, come detto vinto 3-0 grazie alle reti di Kulusevski, Bonucci e Ronaldo.

UN OTTIMO PRIMO TEMPO-  “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo e potevamo segnare qualche gol in più. Nella ripresa abbiamo faticato un po’, ma siamo stati lucidi nei momenti decisivi. Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile con la Sampdoria”.

SU MCKENNIE E FRABOTTA- “Ho scelto il ragazzo dell’under 23 che si allena con noi. Sa giocare e si sta allenando bene, non è stato un rischio perché sa cosa deve fare. McKennie ha fatto una buona partita, ma può fare meglio. Sta meglio di altri giocatori, è stato un buon esordio”.

BUON INIZIO E BUONE IDEE- “Ci vorrà del tempo per mettere insieme il modo di giocare che voglio io. Non voglio copiare nessuno, prenderò spunto dalle squadre che mi hanno impressionato. Non abbiamo tanto tempo, ma già nell’amichevole e contro la Samp si è visto qualcosa di buono. Ci mancano dei giocatori”.

SUL CENTROCAMPO- “Abbiamo quattro centrocampisti centrale che secondo me giocano meglio a due perché non sono playmaker né mezzali. Stiamo provando a giocare in questo modo, difendendoci a quattro e attaccando con un 3+2. Per ora facciamo così, poi quando avremo tutti a disposizione potremo anche cambiare”.

SULLA GESTIONE DI RONALDO- “Stiamo pensando a come gestirlo, ne abbiamo parlato. In futuro quando avremo partite meno importanti o con risultati già acquisiti lo faremo riposare per averlo al meglio nelle partite che contano di più. Conosce benissimo il suo fisico, sa quando deve fermarsi”.

DZEKO MA ANCHE DYBALA- “Giocatori di qualità sono sempre ben accetti. Troveremo la soluzione per far giocare i calciatori con qualità tutti insieme”.

Chiaramente di diverso avviso Claudio Ranieri, apparso molto deluso dalla prestazione dei suoi a fine gara, non tanto per il risultato quanto per l’atteggiamento messo in campo, troppo passivo, a suo modo di vedere.

PROVA TROPPO OPACA- “Non mi aspettavo una prova così opaca: siamo stati pavidi e paurosi, sono molto deluso. La Juve in ogni contrasto è entrata con determinazione: a livello tecnico non possiamo competere, ma bisogna essere all’altezza a livello di sacrificio. Vedere i campioni della Juve giocare con fame e sacrificarsi e i miei non farlo mi fa impazzire. Sapevo che ci avrebbero messi sotto, ma non mi aspettavo che saremmo arrivati a una cosa del genere. Questa Juve allarga il gioco coi quinti a destra e sinistra: crea molti problemi se non pressi bene. Ma comunque abbiamo perso, parliamo di aria fritta”.

SUL MERCATO- “Mercato? Sicuramente qualcosa arriverà, sono curioso. Prima del covid, con i tifosi, eravamo imbambolati. Senza pubblico c’eravamo più con la testa e abbiamo fatto buone gare. Sono curioso di capire quali saremo, se quelli prima o quelli post lockdown. Keita? Vediamo quando arriverà, speriamo in settimana. Ruolo? Esterno nel 4-4-2, oppure punta per sfruttarne la velocità”.