11/04/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Mixed zone, Pirlo: “Squadra stanca, cambi fondamentali”. Italiano: “Risultato severo, grandissima prestazione”

2 min read

Mixed zone, troppa Juve per lo Spezia, i bianconeri vincono 3-0 e si mantengono a ridosso del primo posto, in attesa del Milan che giocherà questa sera in casa contro l’Udinese e dell’Inter che invece sarà ospite del Parma giovedì sera. La squadra di Pirlo si prende un tempo per riflettere sulle modalità d’attacco e poi sferra il colpo nella ripresa con tre reti che tutto sommato non trovano d’accordo Italiano. Andiamo a vedere cosa hanno detto i due tecnici, partendo da Pirlo.

LA STANCHEZZA INCOMBE-  “La stanchezza dopo tante partite con gli stessi uomini si fa sentire, quindi non eravamo brillanti, abbiamo cercato di gestire un po’ la partita. Poi nel secondo tempo, con i cambi, con giocatori un po’ più freschi, siamo riusciti a dare un po’ più di spinta. Morata è fondamentale”.

SULLA GARA- “Abbiamo cercato di ripartire sugli spazi che ci lasciavano perchè portavano tanti uomini in attacco, infatti anche nel primo tempo qualche occasione l’avevamo avuta”.

SUGLI INFORTUNI- “Stanno cercando di recuperare, adesso speriamo che nei prossimi giorni possa rientrare qualcuno, però di certo non c’è ancora niente. Oggi si è fermato anche de Ligt che aveva preso una botta col Verona e si era indurito un po’ il polpaccio, adesso lo valuteremo nei prossimi giorni. McKennie? Non sta bene in questo periodo, però purtroppo deve giocare perchè siamo contati. Riesce a tenere 45 minuti-50, poi questo dolore comincia a tornare, ma si vede anche nella corsa che non è brillante come prima, nei passaggi, perchè questo dolore persiste e fa sempre fatica”.

DE LIGT CON IL PORTO- “Sì, speriamo, domani valutiamo bene l’entità dell’infortunio, non sembrerebbe niente di grave perchè era una botta presa sabato a Verona, speriamo non sia niente che gli precluda le partite successive”.

Pirlo più orientato verso il futuro, Italiano invece analizza la gara entrando maggiormente nel dettaglio, per quello che secondo lui è un risultato esagerato.

GRANDISSIMA PRESTAZIONE- “Non ci possiamo permettere di concedere mezza palla gol a Ronaldo. Secondo la mia opinione, abbiamo fatto una grandissima prestazione. Il risultato è troppo severo. Altre battaglie ci attendono, ma sono arrabbiato perché bisognava mantenere in vita la gara e non perdere 3-0. Non si può lasciare Torino con un passivo così dopo una prestazione del genere. Però l’inesperienza ha pesato, è il nostro primo anno in Serie A. Pirlo? Gli auguro il meglio. Ha già vinto un trofeo, spero ne vinca altri”.

SU COSA LAVORARE- “Siamo arrivati spesso negli ultimi 16 metri, ma non abbiamo affondato il colpo. Non è semplice quando subisci gol, anche perché poi subentra la stanchezza. Io devo essere felice per quanto visto oggi e fiducioso per il resto del torneo. In queste tredici partite, la nostra personalità deve cambiare. Se ci fossimo abbassati di più, sarebbe finita con 8 gol di scarto. Non è la prima volta che prendiamo gol sul primo palo. Dobbiamo lavorarci di più. Pensiamo a fare la prestazione nelle partite che verranno, senza pressione”.