19/08/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Mixed zone, Sarri: “Accontentarsi di arrivare davanti alla Roma è da provinciali”. Giampaolo: “Andiamo a prenderci la salvezza”

2 min read

Mixed zone, la Lazio supera la Sampdoria per 2-0 e vola verso la prossima Europa senza perdere ulteriori colpi, all’Olimpico arrivano tre punti per continuare la battaglia con la Roma, anch’essa in lotta per l’Europa League. Andiamo a vedere che cosa ha detto Sarri al termine del match.

UNA BUONA PARTITA- “Abbiamo fatto una buona partita e per battere questa Samp, che ha trovato la quadratura, bisognava farlo. Abbiamo il predominio del gioco, ma non potete aspettarvi che questa squadra sia come quel Napoli. Il possesso palla però è un nostro punto di forza”.

RIFLESSIONI- “Diventando più solidi avremmo fatto più punti e sarebbe importantissimo per noi. In questa stagione non ce l’abbiamo fatta con continuità, ma i miglioramenti della squadra si sono visti e ci fa ben sperare per il futuro. Se i miglioramenti verranno confermati, pur commettendo tanti errori, possiamo diventare più solidi, ma è ovvio che non sono contento di questo aspetto”.

SU MANUEL LAZZARI- “E’ cresciuto nel momento stesso quando si è convinto di poter fare questo ruolo, in fase difensiva è in crescita esponenziale. Ha una accelerazione pazzesca, può fare il quarto alla grande anche se può migliorare in certe posture che assume durante l’azione. A volte è troppo aggressivo, ma negli ultimi mesi ha fatto passi in avanti giganteschi”.

SU LUIS ALBERTO- “Ha fatto un gol incredibile, riunendo in un gesto solo elevata qualità tecnica e lucidità mentale. Tanta roba”.

DAVANTI ALLA ROMA- “Roma è una città talmente importante che dovrebbe avere due squadre forti e non che si accontentino di arrivare una davanti all’altra, è un pensiero provinciale”.

Giampaolo, una sconfitta che potrebbe pesare ai fini della salvezza e proprio di questo parla al termine del match con la Lazio

UNA BUONISSIMA GARA- «La squadra ha fatto una buonissima gara, prima di subire gol abbiamo avuto un paio di occasioni favorevoli. Abbiamo concesso un gol su una punizione, l’altro su una palla persa in uscita da un difensore nostro. Ma la squadra ha tenuto, facendo la partita che doveva fare. Abbiamo cercato di fare densità, limitando i buchi. Siamo riusciti a stare in partita. Lo abbiamo fatto il più possibile, al netto della qualità di cui dispone la Lazio, che ci è superiore. C’era differenza di valori in campo».

RIFLESSIONI- «Rispetto al passato abbiamo giocato meglio su entrambe le fasi: sia in possesso di palla che non. Abbiamo anche avuto più coraggio. Il risultato non ci premia, ma abbiamo fatto una partita seria. ». E

CALCOLI- “Non facciamo calcoli, l’ho detto già sabato scorso che avremmo dovuto fare qualche punto ancora. Faremo il massimo per andarci a prendere nelle due partite che rimangono. Non facciamo appello a niente e nessuno: andiamo a prenderci la salvezza”.