26/09/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Mixed zone, Verona-Benevento: Inzaghi recrimina un rigore. Juric stupito dalla classifica

2 min read

Mixed zone, sesto turno di campionato, il Milan mantiene la vetta della classifica con 16 punti, grazie alla vittoria sull’Udinese per 2-1, la domenica regala inoltre la larga vittoria di Andrea Pirlo sullo Spezia, un 4-1 targato Ronaldo che torna e fa quello che vuole come di consueto. Bene la Roma 2-0 alla Fiorentina, crolla il Napoli 2-0 in casa con il Sassuolo, la Lazio invece vive un pomeriggio indimenticabile grazie al 4-3 firmato Caicedo al minuto 98, contro il Toro di Giampaolo. Verona-Benevento chiude il turno in programma con la vittoria degli scaligeri per 3-1. Andiamo a vedere cosa hanno detto Inzaghi e Juric al termine della gara, cominciando dal tecnico del Benevento.

CREATO E SPRECATO TANTO- “Abbiamo avuto occasioni clamorose. Difficile commentare una gara del genere, perché giocare così in casa del Verona e creare sette occasioni significa che ci siamo. Però dobbiamo far gol. Sull’1-1 non c’era gara, ma dobbiamo crescere. Dal campo avevo la sensazione di vincere. Ogni tiro prendiamo gol, poi ce ne servono tanti per fare gol. Caprari ha sbagliato ma era molto nervoso e l’arbitro oltre a non darci rigore l’ha anche espulso. Dal campo si è sentito il contatto. L’arbitro doveva fischiare il rigore e poi andare al massimo al VAR. Si è sentito distintamente un rumore di contatto si sono fermati tutti. Il piede fa un movimento strano. Dopo l’espulsione la partita ha avuto poco senso. Anche se ha sbagliato a volte meglio far finta di niente. Faccio fatica a commentare”

COME PROCEDERE- “Dobbiamo diventare più cinici, tutti ci dicono che siamo belli e giochiamo bene, ma dobbiamo essere più cattivi davanti alla porta. Credo che anche i giocatori saranno arrabbiati per aver giocato così e non riuscire a portare punti a casa”.

Chiaramente di diverso avviso ed umore Juric del Verona che dall’alto dei sui 11 punti (gli stessi dell’Inter e della Roma battuta a tavolino).

STUPITO- “A livello di punti in classifica sono veramente stupito da quello che abbiamo fatto finora. Dobbiamo fare un grande lavoro perchè la squadra è stata stravolta. Ma lo spirito e la volontà sono stati grandi questa sera, perchè è stata veramente dura. Barak e Kalinic sono giocatori importanti che devono ancora trovare la condizione. Abbiamo tanti fuori e tanti nuovi ma lo spirito di questo gruppo è fantastico. L’azione del primo gol è stata preparata, mi spiace per la traversa di Kalinic ma lui farà un grande campionato. Barak sa stare in campo, è utile in tante fasi del gioco e ha un buon tiro oltre che un ottimo senso dell’inserimento, come si è visto in occasione del primo gol. Lo ringrazio per quello che sta facendo”.

COME AFFRONTARE IL MILAN- “Zaccagni nelle ultime due gare ha fatto passi in avanti essendo concreto e sta bene in campo. Può ancora migliorare. Col Milan? sappiamo il progetto che ha fatto, stanno facendo benissimo, ma noi andiamo con lo stesso spirito che avevamo prima della Juve”.