26/11/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Morta la Regina Elisabetta dopo 70 anni sul trono. Carlo è il nuovo re

4 min read

La regina Elisabetta è morta all’età di 96 anni nella residenza scozzese di Balmoral, dove le sue condizioni si erano aggravate nelle ultime ore. Già ieri mattina, i dottori avevano espresso preoccupazione. Lo ha reso noto Buckingham Palace. La conferma che il tempo si stava ormai compiendo è arrivata con la partenza immediata di tutti e quattro i figli di Sua Maestà verso Balmoral: con Anna, Andrea ed Edoardo (accompagnato dalla consorte Sophie) sulla scia di Carlo. E con quella del nipote William, primogenito di Carlo e secondo in linea di successione, come del fratello minore Harry, sbarcato in Scozia senza la moglie Meghan.

Poi un secondo comunicato è giunto a segnare la parola fine, di fronte alle folle di sudditi e ammiratori che nel frattempo si erano radunati tristi e angosciati davanti alla stessa residenza scozzese, a Buckingham Palace o al castello di Windsor, in una giornata resa luttuosa anche dal cielo grigio e dalla pioggia: “Sua Maestà – le poche parole del testo ufficiale definitivo – è morta pacificamente questo pomeriggio a Balmoral. La Royal Family entrerà in un periodo di lutto e tutti gli impegni ufficiali saranno cancellati. La bandiera britannica sarà issata a mezz’asta sulle residenze reali, gli edifici governativi, le caserme e le ambasciate in tutto il mondo.

Nei prossimi giorni la salma della regina Elisabetta dovrebbe essere trasferita a Edimburgo, dove sarà esposta per 24 ore nella cattedrale di St Giles. Qui, secondo quanto previsto, gli scozzesi potranno rendere omaggio alla sovrana e qui dovrebbe tenersi una veglia funebre con i membri della famiglia reale.

Il nuovo sovrano del Regno Unito sarà noto con il nome di re Carlo III. Lo ha confermato Clarence House dopo che la premier britannica Liz Truss lo aveva chiamato così nel suo discorso alla nazione in seguito alla morte della regina Elisabetta II.

Al via “l’operazione Unicorno”. Poiché la regina è morta non a Buckingham Palace ma in terra scozzese è già partita la cosiddetta “operazione Unicorno”. Il protocollo prevede l’immediata sospensione dei lavori a Holyrood e la pianificazione della gestione delle migliaia di visitatori al castello di Balmoral e nella stessa Edimburgo, dove sono previsti dei punti di raccolta vigilati dalla polizia. La camera ardente sarà a Holyroodhouse e la bara sarà successivamente portata nella cattedrale seguendo il percorso dell’antica via della Royal mile, nel cuore di Edimburgo. Infine il feretro della sovrana verrà trasportata a Londra a bordo del Royal train.

Le reazioni. “La morte della mia amata madre è un momento di grande tristezza per me e per tutti i membri della mia famiglia”: sono le prime parole di Carlo diventato re. “So che la sua morte sarà profondamente sentita in tutto il Paese, il regno, il Commonwealth e da innumerevoli persone nel mondo”, ha aggiunto. “E’ di conforto la consapevolezza dell’affetto e del rispetto provato per la regina”.

La morte della regina Elisabetta “è uno shock per la nazione e per tutto il mondo”. Lo ha affermato il premier britannico Liz Truss che ha parlato alla nazione da Downing Street. La sovrana “è stata una roccia su cui è stato costruito il Paese”. La Gran Bretagna deve unirsi per sostenere e offrire “lealtà e devozione” a re Carlo III, ha aggiunto Truss, concludendo il suo intervento con la frase “God Save The King”.

“Abbiamo perso non solo la nostra sovrana, ma la matriarca della nostra nazione, la figura che più di ogni altra ha tenuto insieme il nostro Paese, ci ha tenuti in contatto con la parte migliore di noi, ha personificato tutto ciò che ci rende orgogliosi di essere britannici”. Lo ha sottolineato l’ex primo ministro britannico Tony Blair.

“La regina Elisabetta ha definito un’era”. Lo scrive il presidente americano Joe Biden in un comunicato per la morte della sovrana britannica sottolineando che era una “donna di Stato dalla dignità e dalla costanza incomparabili”.

La regina Elisabetta II “ha giustamente goduto per decenni dell’amore e del rispetto della sua nazione”, ma anche “dell’autorità sulla scena internazionale”. Lo ha scritto nel so messaggio di condoglianze al Re Carlo III il presidente russo Vladimir Putin.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Sua Maestà Carlo Re del Regno Unito scrive: “In occasione della scomparsa della Regina Elisabetta II giungano a Vostra Maestà, alla famiglia reale e a tutti i cittadini del Regno Unito le più sentite condoglianze della Repubblica Italiana e mie personali. Una figura di eccezionale rilievo entra nella storia. Se ne ricorderà l’autorevole saggezza e l’altissimo senso di responsabilità, espresso soprattutto nella generosita’ di spirito con la quale la Sovrana ha consacrato la sua lunga vita al servizio dei cittadini britannici e della più ampia famiglia del Commonwealth”.

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, esprime profondo cordoglio e in una nota si legge: “E’ stata protagonista assoluta della storia mondiale degli ultimi settant’anni”. “Alla Famiglia reale, ai governi e a tutti i cittadini del Regno Unito e dei Paesi del Commonwealth, le più sentite condoglianze”.

Il Papa in un telegramma di cordoglio per Elisabetta II scrive: “Profondamente addolorato nell’apprendere della morte di Sua Maestà la Regina Elisabetta II, offre sincere condoglianze a Vostra Maestà, ai Membri della Famiglia Reale, al Popolo del Regno Unito e del Commonwealth. Mi unisco volentieri a tutti coloro che piangono la sua perdita nel pregare per il riposo eterno della defunta regina, e nel rendere omaggio alla sua vita di servizio senza riserve per il bene della nazione e del Commonwealth, al suo esempio di devozione al dovere, alla sua ferma testimonianza di fede in Gesù Cristo e alla sua ferma speranza nella sue promesse”.

Autore