Morto Umberto Veronesi, simbolo della lotta al cancro

E’ morto a Milano martedì 8 novembre all’età di 90 anni il medico e chirurgo Umberto Veronesi. Il professore è stato un punto di riferimento per l’Italia e il mondo per quanto riguarda la lotta al cancro ed in particolare il tumore alla mammella, prima causa della morte delle donne. Dal 1976 al 1994 ha diretto l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e ha ricoperto l’incarico di ministro della Sanità dal 2000 al 2001 sotto la presidenza di Giuliano Amato. E’ nel 1991 però che arriva la sua più grande soddisfazione professionale: fonda e diviene direttore dell’IEO – Istituto europeo di oncologia, una prima volta dal 1994 al 2000 e, successivamente, dal 2001 al 2014. Nel 2003 ha dato vita alla Fondazione Umberto Veronesi per il progresso delle scienze, con l’obiettivo di sostenere la ricerca scientifica a livello nazionale in oncologia, cardiologia e neuroscienze e promuovere la divulgazione scientifica.
Non sono mancati i messaggi di cordoglio da parte dei personaggi più importanti del nostro paese come il premier Matteo Renzi che visibilmente commosso nella sua visita a La Spezia ha ricordati così Veronesi: «Era un sostenitore del referendum, ma soprattutto un grande medico, continueremo la sua opera».

News Correlate