02/03/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

MotoGP, a Jerez succede di tutto nella prima gara dell’anno. Mondiale subito in salita per Valentino Rossi

2 min read

Motomondiale: la prima gara dell’anno per la classe MotoGP, non ha deluso le attese. Sorprese, colpi di scena e cadute eccellenti. Trionfa Fabio Quartararo, che dopo la pole e il giro record, corona un week-end da sogno. Primo successo in carriera nella classe regina per il giovane talento francese della Petronas. Un autentico astro nascente che non a caso nel 2021 prenderà il posto di Valentino Rossi alla Yamaha. Completano il podio di Jerez per il Gran Premio di Spagna, Maverick Vinales su Yamaha e Andrea Dovizioso con la Ducati.

Il campione del mondo in carica protagonista, nel bene e nel male. Marc Marquez sbaglia una prima volta mentre è al comando della corsa, poi risale con un ritmo forsennato, la rimontona lo porta al terzo posto ma sul più bello vola in aria sempre alla curva 4, la stessa dell’errore precedente. Un “high side” terribile e doloroso, per il pilota della Honda, portato via in barella con collo immobilizzato e probabile polso fratturato. C’è apprensione per l’iridato spagnolo.

La gara dopo la brutta caduta del “Marcziano”. Quartararo, una volta piegato Vinales, autore di un paio di errori, controlla la situazione; mentre alle sue spalle si accende nel finale la lotta per il gradino più basso del podio. Alla fine la spunta Andrea Dovizioso, valore aggiunto di questa Ducati. A seguire: Jack Miller, con la Desmosedici della Pramac e Franco Morbidelli, che nel finale osa in un attacco che gli fa perdere il treno della lotta per il terzo posto.

Anonimo Valentino Rossi. La top ten è completata da Pol Espargaro mcon la Ktm, Francesco Bagnaia (Ducati Pramac), Miguel Oliveira (Ktm), Danilo Petrucci (Ducati) e Takaaki Nakagami (Hinda Lcr). Mai in gara Valentino Rossi, fermo a bordo pista con la sua Yamaha dopo una prestazione davvero anonima. Persistono i problemi di grip della gomma posteriore per il Dottore, ma come ha detto lui stesso: gli altri piloti hanno le stesse gomme Michelin ma non questi problemi.