26/11/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

MotoGP, Le Mans: trionfo di Petrucci su Ducati. Valentino Rossi cade, Dovizioso 4°

2 min read

E’ ancora Grand’Italia al Motomondiale 2020. A Le Mans sotto la pioggia, nel Gran Premio di Francia Danilo Petrucci su Ducati trionfa nella classe regina e Celestino Vietti nella Moto3. Peraltro in quest’ultima classe è doppietta italiana con il secondo posto di Tony Arbolino. Terzo posto di Bezzecchi nella Moto2.

MotoGP: gran bel riscatto per il ternano Petrux, delusione per il mancato podio di Dovizioso e nuova caduta per Valentino Rossi. Splendida vittoria quella di Danilo che gestisce, controlla e risponde a Dovi quando viene attaccato dal centauro forlivese. “High side” di Rossi dopo pochi metri. Quartararo male, scatta dalla pole, chiude 9° ma conserva la vetta del Mondiale.

La gara di Petrucci. Il pilota umbro è stato al comando dall’inizio alla fine, ha difeso con i denti la prima posizione, ha lottato, mostrato i muscoli e risposto per le rime anche quando il compagno di squadra Dovizioso (che lotta per il titolo) ha provato a mettergli le ruote davanti. Una gara intelligente ma coraggiosa, quella di Petrux: un successo più che meritato.

Il podio finale. Alle spalle di Petrucci: Alex Marquez, fratello di Marc che dunque centra il miglior risultato in carriera nella top class, e Pol Espargaro, che si esalta in una giornata dove fino a cinque minuti prima del via tutti erano pronti a partire con le slick; l’arrivo della pioggia ha ribaltato ogni pronostico.

Senza Marquez il cannibale, un Mondiale sempre più avvincente. Questa la nuova classifica generale per quanto riguarda le prime 4 posizioni: Quartararo (Yamaha Petronas) 116 punti, Mir (Suzuki) 105, Dovizioso (Ducati) 97, Viñales (Yamaha) 96. A 5 gare dal termine, grande equilibrio e tutto aperto.

Il tricolore sventola anche nella classe Moto3: doppietta italiana con Vietti e Arbolino. Arenas nuovo leader. Celestino esce fuori nel finale di gara, Tony Arbolino si difende alla grande dagli attacchi dello spagnolo. Il giapponese Ogura nelle retrovie perde la leadership del campionato del mondo ora più aperto che mai.

Il pilota del team Sky VR46 rimane nel gruppetto di testa nella prima parte della corsa, senza strafare. Nel finale di gara poi viene fuori con traiettorie pulite che gli permettono di gestire bene le gomme e sorpassare gli avversari. Capolavoro a 3 giri dal termine, con il lungo di Masia: Arenas ha un attimo di esitazione e Vietti lo infila prendendosi la vittoria.

Nella Moto2 invece s’impone l’inglese Lowes. Beffato all’ultima curva dall’australiano Gardner Marco Bezzecchi: e così l’altro pilota dello Sky Racing Team VR46 si deve accontentare del 3° posto. Il fratello del Dottore Luca Marini chiude 17° non fa punti ma resta leader del Mondiale. Domenica prossima si torna in Spagna con il Gran Premio d’Aragona.

Fabio Camillacci 

Autore