1 Novembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

MotoGP, Misano bis: che sfortuna per i centauri italiani! Alla fine è tripletta spagnola

2 min read

Pecco, che peccato! A Misano, la beffa per Francesco Bagnaia, centauro della Ducati non ufficiale, arriva a 7 giri dal termine del Gran Premio dell’Emilia Romagna classe MotoGP: brutta scivolata alla Curva 6 del circuito romagnolo e addio sogni di gloria, addio primo successo in carriera nella classe regina del motociclismo. Fino a quel momento, Bagnaia aveva letteralmente dominato la gara ed era in testa con 1″2 di vantaggio su Maverick Viñales; la sua Ducati stava martellando continuamente sotto l’1’32” a giro. Imprendibile per tutti, tranne che per il destino e la sfortuna. Peccato davvero perchè dopo il secondo posto di domenica scorsa, per Pecco sarebbe stato il meritato coronamento in questa doppia tappa a Misano.

Bagnaia finisce con la sua moto nella ghiaia e da quel momento tra Viñales e la sua prima vittoria stagionale non c’è più alcun ostacolo. Alla fine è tripletta spagnola. Con il pilota della Yamaha, infatti, finiscono sul podio: Mir autore di un’altra grande gara in sella alla Suzuki e Pol Espargarò capace di portare la sua Ktm su brillanti posizioni. Stavolta, però, anche grazie alla penalità subita da Fabio Quartararo (3” in più per aver sconfinato sul verde ai bordi della pista). Il francese della Petronas è così terzo al traguardo ma quarto per i giudici.

Gara sfortunata anche per Valentino Rossi. Il Dottore cade dopo quattro giri, poi riparte ma è costretto al ritiro per i danni riportati nella caduta dalla sua Yamaha. Dovizioso delude ancora e chiude ottavo, ma, racimola comunque altri punti preziosi per il campionato del mondo: punti che gli consentono di restare al comando della classifica piloti. Senza il fenomeno Marc Marquez c’è grande equilibrio: il pilota forlivese che lascerà la Ducati a fine stagione, guida con 84 punti, ma la coppia Quartararo-Viñales adesso è a quota 83 e il rampante Mir risale fino a 80.

Una sfida avvincente. Quattro piloti in quattro punti quando mancano ancora sette gare alla fine di questo pazzo Mondiale 2020 stravolto dall’emergenza sanitaria da coronavirus. Fuori gara a Misano anche il trionfatore di domenica scorsa Franco Morbidelli: toccato a inizio gara dall’Aprilia di Aleix Espargaro, il romano è uscito di pista, ha provato a rimontare ma senza andare oltre un onorevole nono posto.

Nelle altre classi è Grand’Italia: due doppiette per i nostri centauri. Enea Bastianini vince da padrone la gara di Moto2, precedendo Marco Bezzecchi. Luca Marini ha chiuso ai piedi del podio e adesso guida il Mondiale con appena 5 punti su Bastianini e 20 su Bezzecchi. Nella Moto3 vittoria di Romano Fenati davanti a Celestino Vietti. Il tour de force continua, domenica prossima si corre in Spagna per il Gran Premio della Catalogna.

Fabio Camillacci