03/10/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

MotoGP, Valencia: l’ultima gara di Valentino Rossi alimenta la leggenda di The Doctor. La Ducati lo omaggia con vittoria di Bagnaia e tripletta

2 min read

Cala il sipario sul Motomondiale 2021. Nella MotoGP questo Mondiale sarà ricordato per il trionfo dell’astro nascente Fabio Quartararo della Yamaha, per la grande occasione persa da Francesco Bagnaia e dalla Ducati e per l’addio di Valentino Rossi. A Valencia, nell’ultima gara dell’anno, il Dottore è stato omaggiato da tutti i piloti con una passerella da brividi. E nel box del campione pesarese, niente lacrime ma solo una grande festa.

La gara invece acuisce i rimpianti della “Rossa” di Borgo Panigale che quest’anno avrebbe potuto seriamente vincere il Mondiale piloti. Sul circuito “Ricardo Tormo”, un’altra vittoria per “Pecco” Bagnaia che chiude la stagione da vicecampione del mondo. Ma è tripletta Ducati in terra valenciana, visto che completano il podio: la Pramac di Jorge Martìn e la factory di Jack Miller. Valentino Rossi, invece, saluta tutti con un decimo posto alle spalle di Aleix Espargarò e davanti al suo allievo Morbidelli

La festa d’addio del Dottore. Valentino Rossi ha iniziato scherzando come è nel suo meraviglioso stile: “Fare stage diving è sempre stato il mio più grande sogno, volevo farlo al Mugello ma avevo paura che non mi ritrovassero più”. Si chiude una memorabile carriera durata 26 anni e fatta di 9 titoli mondiali vinti. “Il Folletto di Tavullia” lascia il Motomondiale a quasi 43 anni, li compirà il 16 febbraio prossimo. La chiosa di Vale dice tutto su di lui e sul suo spirito: “È stato un bel weekend, ero preoccupato ma mi hanno fatto tantissime sorprese. Bello perché è stato molto nel mio stile, abbiamo bevuto, saltato e spaccato tante cose”.

Rossi però forse deve ancora realizzare cosa è realmente accaduto. Come detto, grande festa nel box Petronas con i suoi ragazzi e allora Valentino dice: “Non sono tanto ubriaco, ma sono contento della gara che ho fatto e l’ho chiusa tra i primi 10 più forti al mondo. Ho goduto tanto, ora pian piano capirò che ho smesso. Per ora è solo l’ultima del campionato per me. Ho sempre cercato di fare l’ultima parte della stagione nel mio stile, smettere è stata una scusa per fare casino. A questo punto mi sa che smetto anche l’anno prossimo”.

Vale è comunque felice nonostante l’addio. Infatti, il numero 46 conclude: “Non sapete quanto sono fiero di essere andato forte, stamattina mi sono svegliato con la voglia di fare una bella gara. Ero ispirato, mi piace avere lasciato così. Nei prossimi anni potrò dire di aver finito da decimo e non da ultimo. Ieri quando i ragazzi di Moto2 e Moto3 mi hanno fatto vedere i caschi mi sono emozionato, è stata dura ma molto bello. Oggi è stato bello vederli in pista”. The Doctor.