20/10/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Napoli, bimbo caduto dal balcone: fermato per omicidio il domestico

1 min read

Si era subito pensato ad un tragico incidente. E invece, oggi, per la morte del piccolo Samuel, precipitato dal balcone del terzo piano di un’abitazione di Via Foria, è stato fermato a Napoli un 38enne, Mariano Cannio, ritenuto gravemente indiziato dell’omicidio del bimbo di 4 anni. La Polizia di Stato ha eseguito un provvedimento di fermo della Procura di Napoli nei confronti dell’uomo, un collaboratore domestico molto conosciuto in zona. Cannio, secondo quanto ricostruito, avrebbe approfittato di un momento di distrazione della madre del bambino, incinta di 8 mesi, per afferrarlo e buttarlo giù.

All’inizio tutto sembrava delineare il quadro di un incidente domestico. Poi la polizia, venuta a conoscenza della presenza di Cannio nell’appartamento al momento dell’incidente, è andato a prenderlo a casa. L’uomo non ha cercato di fuggire e ha seguito gli agenti in Questura dove è stato interrogato fino a tarda notte. Avrebbe anche fatto delle parziali ammissioni. Avrebbe detto di aver agito in preda ad un raptus, pur raccontando in modo confuso quanto accaduto e senza indicare un movente. Quello che è chiaro è che il 38enne soffre di problemi psichici. Lunedì la convalida del fermo davanti al gip.