10/12/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Nobel per la Medicina 2021 a Julius e Patapoutian, per gli studi sui recettori

2 min read

David Julius e Ardem Patapoutian sono i vincitori del Nobel per la Medicina 2021. Il premio è stato assegnato ai due scienziati, (uno statunitense e l’altro libanese) per la scoperta dei recettori che sono alla base del tatto e dei meccanismi che regolano la percezione del freddo e del caldo.

Le motivazioni del premio. Secondo la giuria Karolinska Institute di Stoccolma “La nostra capacità di percepire il caldo, il freddo e il tatto è essenziale per la sopravvivenza e sostiene la nostra interazione con il mondo che ci circonda. Nella nostra vita quotidiana diamo per scontate queste sensazioni, ma come vengono avviati gli impulsi nervosi in modo che la temperatura e la pressione possano essere percepite? Questa domanda è stata risolta dai premi Nobel di quest’anno”.

Gli studi rivoluzionari di Julius e Patapoutian hanno aperto la strada ad intense attività di ricerca che hanno portato a un rapido aumento della comprensione di come il nostro sistema nervoso risponda al calore, al freddo e agli stimoli meccanici. Le loro scoperte costituiscono una svolta cruciale per mettere a punto cure per diverse malattie, tra cui il dolore cronico.

Chi sono David Julius e Ardem Patapoutian. Il primo è nato il 4 novembre del 1955 a New York. Dottore di ricerca nel 1984 all’università della California di Berkeley, quindi borsista post-dottorato alla Columbia University di New York, nel 1989 è stato chiamato all’università della California di San Francisco dove insegna attualmente. Il secondo è nato nel 1967 a Beirut, in Libano. Nel 1986 anche a causa della guerra, si è trasferito negli Stati Uniti per continuare gli studi. Nel 1996 ha conseguito un dottorato di ricerca al California Institute of Technology di Pasadena. E’ stato quindi borsista post-dottorato all’università della California di San Francisco e dal 2000 è in forze allo Scripps Research Institute di La Jolla, dove tuttora insegna. Dal 2014 è anche un ricercatore dell’Howard Hughes Medical Institute.

Gli altri premi Nobel saranno assegnato fino all’11 ottobre, ma anche quest’anno niente cerimonia in presenza per la consegna dei premi, a causa della pandemia di Sars-CoV-2. La Fondazione Nobel ha fatto sapere che sarà comunque possibile seguire la cerimonia che, sarà trasmessa in televisione e in diretta streaming tramite le sue piattaforme digitali.

Autore