11/04/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Omicidio Caruana Galizia a Malta: incriminati Agius e Vella, per aver fornito la bomba

2 min read

Prosegue il processo per l’omicidio a Malta della giornalista Daphne Caruana Galizia. I pregiudicati maltesi Robert Agius e Jamie Vella, arrestati due giorni fa in base alle rivelazioni di uno dei sicari della blogger maltese, sono stati formalmente incriminati oggi. L’accusa è di complicità in omicidio per aver fornito la bomba che uccise la donna il 16 ottobre 2017 e per partecipazione ad una organizzazione criminale.

“Con le prove che abbiamo, ora siamo in grado di dire che tutte le persone coinvolte nell’omicidio di Daphne Caruana Galizia, dal mandante all’ultimo complice, sono state arrestate o incriminate” ha dichiarato il capo della polizia Angelo Gafà.

Tra le persone incriminate come complici nell’omicidio non compare alcun politico. Accusato di essere il mandante è il tycoon Yorgen Fenech. Gli esecutori materiali, arrestati già a dicembre 2017, sono i fratelli George e Alfred Degiorgio con Vince Muscat.

Proprio Muscat martedì si è dichiarato colpevole, ha patteggiato 15 anni per l’omicidio Caruana ed ha ottenuto invece la grazia per il delitto ancora irrisolto, dell’avvocato Carmel Chircop, avvenuto nel 2015.

Chircop, 51 anni, era un avvocato che è stato trovato morto in un garage multipiano di Birkirkara nel 2015, dopo essere stato raggiunto quattro volte da colpi di arma da fuoco. Si è scoperto che era stato uno degli “investitori” nel misterioso fallimento di More Supermarkets, quello che ha visto Ryan Schembri, cugino dell’ex capo dello staff del Primo Ministro Keith Schembri, fuggire dall’isola. Nel marzo 2014, Chircop avrebbe stipulato un contratto con Ryan Schembri, amministratore della società Erom Limited, per un prestito di 750.000 euro.

Come debitori nel contratto c’erano anche il socio in affari di Schembri Etienne Cassar, così come Adrian Agius, uno degli uomini arrestati per la prima volta dalla polizia nel dicembre 2017 in relazione all’assassinio di Daphne Caruana Galizia, e successivamente rilasciato su cauzione della polizia.