Omicidio Namdi, Mancini resta in carcere: vuole donare alla vedova tutto ciò che possiede

Il gip non ha convalidato il fermo di Amedeo Mancini, il 39enne accusato di omicidio preterintenzionale con l’aggravante dell’odio razziale per la morte del migrante nigeriano Emmanuel Chadi Nnamdi a Fermo. L’uomo resta tuttavia in carcere perche è il giudice ha disposto la custodia cautelare.

Il legale del 39enne ha spiegato”Il giudice non ha ritenuto che esistesse il pericolo di fuga, quindi non ha convalidato il fermo, ma ha evidentemente ritenuto che ci sussistano due, o uno dei due, requisiti possibili per la misura cautelare, ovvero reiterazione del reato o inquinamento delle indagini”.

Mancini, intanto, ha deciso di mettere “a disposizione della vedova tutto quello che ha, un terzo di casa colonica e un pezzettino di terra lasciatagli dal padre”.

Commenta l'articolo con Facebook

News Correlate