01/07/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Palazzo Chigi, via libera al decreto legge Fisco. Scontro sul reddito di cittadinanza

1 min read

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto fiscale. Il decreto legge prevede, tra l’altro, il rifinanziamento dell’ecobonus per l’auto, norme sulla sicurezza sul lavoro, cassa integrazione Covid per il settore terziario, ma anche un rifinanziamento per 200 milioni del reddito di cittadinanza. Norma che ha portato a un litigio tra Lega e Movimento 5 Stelle. A chiedere modifiche all’impianto sarebbero stati i ministri Elena Bonetti (Italia Viva), Giancarlo Giorgetti (Lega) e Renato Brunetta (Forza Italia). La misura è stata difesa dal pentastellato Stefano Patuanelli, ma anche dal ministro del Lavoro Pd Andrea Orlando.

Alla fine è stato confermato tutto sul reddito di cittadinanza, compreso un rifinanziamento di 200 milioni di euro. Da parte sua il presidente del Consiglio Mario Draghi, spiegano fonti governative, avrebbe ribadito che il tema complessivo del reddito di cittadinanza e delle politiche attive del lavoro sarà discusso nell’ambito della manovra di bilancio.

La nota polemica della Lega. Il Carroccio attacca: “Nel dl fiscale hanno rifinanziato il reddito di cittadinanza levando risorse al reddito di emergenza (90mln), accesso anticipato al pensionamento per lavori faticosi e pesanti (30 mln), accesso al pensionamento dei lavoratori precoci ( 40 mln) e ai congedi parentali (30 mln)”. Il titolare del ministero dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti si sarebbe opposto duramente dicendo: “Beffardo usare i soldi di chi ha lavorato duramente per una misura simile”.