29 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Premier League, Mourinho guida gli scettici della ripartenza immediata

2 min read

Premier League, ripartire o meno, è questo il dilemma anche in Inghilterra dove Mourinho si troverebbe a capo del movimento atto a prendere tempo in merito

Premier League, ripartire o meno, è questo il dilemma anche in Inghilterra dove Mourinho si troverebbe a capo del movimento atto a prendere tempo in merito. Dunque come succede in Italia, anche in Inghilterra si dibatte sulle date della ripresa del maggior campionato professionistico, aumentando così il “gruppo scettici”, secondo quanto riportato da Sportmediaset.

C’É L’INTESA- Tutto ciò nonostante il governo e la FA abbiano trovato un’intesa finale sui protocolli da attuare e sulla data per la ripresa. I pareri degli addetti ai lavori rimangono discordanti e fra loro ci sarebbe anche Mourinho che nell’ultima videoconferenza tra gli allenatori di Premier avrebbe messo in risalto le problematiche relative alla condizione atletica dei calciatori, situazione specchio in Italia che ad oggi fa registrare l’infortunio di Manolas del Napoli.

I MOTIVI DEL PRENDER TEMPO- Le motivazioni della posizione di Mourinho sono chiare: In primis preservare la salute fisica dei calciatori che sono fermi da tempo da ogni tipo di attività sportiva. Con due mesi di stop e quattro settimane scarse di allenamento, con tutte le limitazioni del caso, ovvero sedute individuali, distanze da rispettare, impossibilità di contatti fisici e contrasti, il rischio di infortuni gravi aumenterebbe sensibilmente.

MOURINHO CONTRO I MEDIA- Il tecnico del Tottenham non pare però d’accordo con quanto riportato da alcuni media sulla sua posizione: “Non ho chiesto alcun rinvio. Voglio riprendere gli allenamenti e non vedo l’ora che la Premier ricominci, non appena ci saranno le condizioni di sicurezza per giocare, specie ora che anche altri campionati si apprestano alla ripresa. Sono estremamente orgoglioso di come i miei calciatori si siano mantenuti in forma, mostrando grande professionalità, passione e impegno”.

SECONDO I TABLOID- Secondo il “Mirror”, per esempio, Mourinho avrebbe chiesto almeno un mese di allenamenti di gruppo prima di tornare in campo, suggerendo di posticipare la ripartenza al 19 giugno.