26/11/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: Amichevoli, vincono Milan e Roma. Pari Napoli, Juve ko ma Allegri è sereno. Calciomercato, è il giorno di De Ketelaere

3 min read

Rassegna stampa di lunedì 1 agosto, proseguono le amichevoli precampionato, Milan 2-0 all’Olimpique Marsiglia in Francia, le reti di Messias e Giroud rappresentano un passo avanti nel morale della squadra campione d’Italia, in vista del debutto in campionato con l’Udinese di sabato 13 agosto. A fine gara le parole di Theo Hernandez: “Oggi abbiamo fatto una partita molto buona – ha detto il terzino francese – Ci stiamo preparando per iniziare bene la stagione e oggi abbiamo visto che siamo pronti per il 13 agosto”.

JUVE MA NON SOLO- Juventus battuta 2-0 dai campioni d’Europa del Real Madrid, al Rose Bowl a Pasadena (Los Angeles), in California, decidono l’incontro le reti di Benzema e Asensio. Un risultato che tuttavia non preoccupa Allegri che dovrà invece pensare alle condizioni di Pogba, alle prese con l’infortunio al ginocchio che potrebbe vederlo escluso per diversi mesi. La Roma supera il Chelsea per 1-0, da sottolineare l’assist di Dybala per il goal di Ibanez. 1-1 del Napoli contro il Maiorca.

CALCIOMERCATO- Calciomercato, è il giorno di De Ketelaere, l’ex Bruges è in arrivo Milano per sostenere la prima parte delle visite mediche e poi nella giornata di martedì i test fisici per l’idoneità. Successivamente la firma sul contratto che dovrebbe legare il giocatore al club rossonero fino al 2027. Per quanto riguarda l’ingaggio, Contratto da 2,3 milioni di euro, al club belga invece 32 milioni di euro più 3 di bonus (e una percentuale del 12,5% su una possibile futura rivendita). Il giocatore, classe 2001, lascia il Bruges dopo quattro stagioni, 120 presenze e 25 gol.

TENNIS- Cambiamo argomento, tennis, nella prima sfida che valeva un titolo tra i due giovanissimi e promettenti giocatori, è Jannik Sinner ad aggiudicarsi il torneo Atp 250 di Umago, in Croazia: Carlos Alcaraz cede in finale e finisce ko per 6(5)-7, 6-1, 6-1. Dopo il primo set vinto al tie-break dallo spagnolo, l’altoatesino reagisce molto bene, conquistando velocemente gli altri due parziali, per il suo sesto trofeo in carriera.

FORMULA UNO- Formula 1, Max Verstappen vince il GP d’Ungheria, tredicesima tappa stagionale del mondiale. Il pilota olandese, partito decimo e autore di una rimonta grandiosa, trionfa davanti alle due Mercedes di Hamilton e Russell. Male le Ferrari, gara amara per Charles Leclerc, che chiude sesto anche a causa di una strategia discutibile dai box, davanti al monegasco, giù dal podio, l’altra Ferrari, quella di Carlos Sainz e la Red Bull di Perez.

BINOTTO MINIMIZZA- E come detto, le Ferrari chiudono malamente sia dentro che fuori pista, ad ogni modo il Team Principal Mattia Binotto difende l’operato della propria squadra: “Ci aspettavamo tutti un risultato diverso, il problema non è stata la strategia ma la macchina che non è andata. Sainz ha fatto la stessa strategia di Hamilton- ha proseguito Binotto-e lui ha chiuso secondo. Se oggi la macchina ci fosse stata non saremmo qui a parlare di strategia, oggi è mancato tutto”.

LECLERC DELUSO- Delusione massima per Leclerc, sesto, controcorrente rispetto alle parole di Binotto: “Non sono contento della gara- ha detto Leclerc- il passo c’era all’inizio e la macchina c’era. Poi abbiamo preso una decisione diversa, di andare sulle hard, e abbiamo perso tanto tempo. Parleremo per migliorarci, dobbiamo farlo. Sono in forma e carico- ha concluso il monegasco- ci sono state tante emozioni in questo inizio di stagione e ora non vedo l’ora di tornare a correre dopo le vacanze”.

Autore