19/08/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: è il giorno dell’Inter. Lukaku è a Milano, visite e firma in programma così come per Asllani. Sarri, chiaro e diretto come sempre. Wimbledon, male Italia

3 min read

Rassegna stampa di mercoledì 29 giugno, come riporta Sportmediaset, Romelu Lukaku è arrivato questa mattina poco prima delle sette a Milano per effettuare le visite mediche di rito e poi la firma sul contratto. Il programma prevede dunque le visite mediche presso l’Humanitas di Rozzano, poi il passaggio al Coni per l’idoneità sportiva e infine la firma in sede in Viale della Liberazione. Appena sbarcato, all’uscita dell’aeroporto, il giocatore ha pronunciato poche parole ma molto significative: “Sono troppo contento di essere tornato”. 

NON SOLO LUKAKU- Giornata importante, quella di oggi, in casa Inter, oltre a Lukaku, anche Kristjan Asllani è pronto a diventare un giocatore dell’Inter. Per il talento albanese in arrivo dall’Empoli, sono infatti previste le visite mediche all’Humanitas di Rozzano in mattinata e la visita di idoneità al Coni preludio alla firma sul contratto che arriverà nel pomeriggio nella sede di Viale della Liberazione, esattamente come per Lukaku, in base a quanto sopra riportato.

Lazio, parla Sarri ai microfoni di Sky e lo fa aprendo ad un problema che riguarda la maggior parte delle squadre in corsa

LE RICHIESTE DI SARRI- “Nel calcio moderno partire con la rosa al completo è impossibile. Un anno c’è la Nations League, un anno gli Europei, un anno i Mondiali. Solitamente fai il ritiro con dieci giocatori e dieci Primavera, il resto arriva sempre in corsa. Sarebbe bello avere tutti dall’inizio, ma non lo può fare quasi nessuno”.

SU MARCOS ANTONIO- “E’ un ragazzo giovane, si è aperta questa possibilità di poterlo prendere, purtroppo per situazioni anche molto spiacevoli. Noi avevamo un giocatore in quel ruolo di 35 anni in scadenza e quindi abbiamo pensato a questa soluzione. Deve ambientarsi al calcio italiano, gli servirà qualche mese, ma lo aspettiamo volentieri. È molto giovane ma ha già due anni di esperienza in Champions, penso possa farci comodo”.

SU CARNESECCHI- “Questo è un problema del direttore sportivo e della società, vediamo quello che sceglieranno alla fine. Io quello che dovevo dire l’ho già detto”.

Tennis, i risultati di Wimbledon della giornata di ieri

GIORNATA DIFFICILE- Giornata difficilissima per gli italiani a Wimbledon, dopo il forfait di Berrettini per Covid, lascia il torneo anche Lorenzo Musetti, eliminato dalla testa di serie numero 11 Fritz con il punteggio di 6-4 6-4 6-3. Nel tabellone femminile eliminate Jasmine Paolini, sconfitta da Kvitova 2-6 6-4 6-2, e Camila Giorgi, giù contro Frech 7-6 (4) 6-1. Tra gli azzurri passa il turno solo Lorenzo Sonego, che lotta e batte Kudla 6-7 (6), 6-3, 7-5, 4-6, 6-2.

BERRETTINI A TERRA- Matteo Berrettini costretto ad abbandonare il torneo di Wimbledon a causa della positività al Covid. Lo ha annunciato lo stesso su Instagram: “Ho il cuore a pezzi. Ho avuto qualche sintomo influenzale e sono rimasto isolato negli ultimi giorni. Nonostante fossero sintomi lievi, ho deciso che era importante fare un ulteriore test questa mattina per proteggere la salute e la sicurezza dei miei avversari e di tutti coloro che sono coinvolti nel torneo. Non ho parole per descrivere la mia delusione. Il sogno è finito, per quest’anno, ma tornerò più forte. Grazie a tutti per il supporto”. Queste le sue parole.