09/12/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: Europa, questa sera si prosegue con Milan, Napoli e Juventus. La parola ai tecnici, Allegri parla degli indisponibili

3 min read

Mixed zone, Inzaghi tira un sospiro di sollievo dopo la vittoria esterna contro il Viktoria Plzen, un 2-0 che rimette la squadra in corsa dopo la sconfitta con il Bayern. I bavaresi, dal canto loro, superano anche il Barcellona sempre con 2 goal, puntanto al primo posto in classifica. Nel prossimo turno i catalani, due gare ravvicinate per il terzo e quarto turno tra il 4 ed il 12 ottobre, gare nelle quali molto probabilmente si deciderà la seconda del girone. Andiamo a vedere che cosa ha detto Inzaghi, al termine della gara con i cechi: “Oggi l’obiettivo era portare a casa la posta. Abbiamo reso semplice una partita che non lo era, nessuna italiana aveva vinto qui a Plzen. È una vittoria meritata, voluta dai ragazzi, sono contento. I ragazzi sono stati bravi, sono rimasti concentrati e ho fatto loro i complimenti nello spogliatoio. È stato bravo Edin, come tutti i suoi compagni, io ho bisogno di tutti in difesa, a centrocampo e in attacco. Dopo la sosta rientrerà Lukaku e di volta in volta sceglierò la coppia d’attacco che entrerà in campo. Acerbi? È stato molto bravo, era l’esordio, non era semplice, è un giocatore che conosco e che ci potrà dare una grande mano. L’importante è che tutti i ragazzi sanno che c’è competizione tra di loro, gliel’ho fatto capire in queste otto partite che ho bisogno di tutti, che ci saranno rotazioni e che tutti saranno coinvolti”.

ED ORA L’EUROPA- Coppe europee, secondo turno, dopo l’Inter, questa sera, sempre alle 18:45 Milan-Dinamo Zagabria, mentre alle 21 Rangers Glasgow-Napoli e Juventus-Benfica. Europa League, giovedì alle 18:45 Midtjylland-Lazio, mentre alle 21 la Roma ospiterà l’Helsinki dopo la sconfitta subita dal Ludogorets. Conference, sempre giovedì la Fiorentina sarà ospite dei turchi del Basaksehir, alle 21.

QUI MILAN- “Sempre così. Se giochiamo ad alto livello abbiamo ottime possibilità di vincere in Italia e in Europa, dobbiamo giocare al massimo delle nostre potenzialità su tutti i livelli della partita, tecnico, tattico, mentale e di approccio. Per me in ogni partita ho messo il Milan migliore per vincere la partita. La squadra sta bene, so il minutaggio dei miei giocatori e ci manca qualche calciatore fuori lista. Contro la Dinamo è importante e la giocheremo al meglio per vincere. La nostra ambizione è dare il massimo in ogni singola partita. Contro la Dinamo non è decisiva, ma è molto importante dopo la prima giornata. Lo sappiamo e l’abbiamo preparata come tale”. Queste le parole di Pioli alla conferenza stampa di vigilia. 

QUI NAPOLI- “Bisogna essere all’altezza di questa competizione, non si può mai stare tranquilli in queste partite e bisogna avere lo specchietto sempre lucido per vedere quel che arriva da dietro. I nostri avversari giocano un calcio offensivo, vogliono schiacciarti e pressarti. Il loro pubblico e la loro storia glielo impongono”. Così Spalletti alla conferenza stampa di vigilia. 

QUI JUVE- “Dobbiamo trovare l’equilibrio, cercando di capire i momenti all’interno delle partite. Abbiamo sempre tanta voglia di fare e questo a volte ci porta a strafare. Le partite sono lunghe, abbiamo più di 90 minuti per vincerle e dobbiamo avere pazienza, giocare sempre da squadra. Non è una vergogna se il primo tempo finisce 0-0, l’importante è non subire. Lì la squadra deve essere brava a non andare in stato d’ansia. Abbiamo recuperato Di Maria, ma non so se lo schiererò dall’inizio perché ha fatto un solo allenamento col gruppo. Szczesny forse potrà essere a disposizione, mentre Alex Sandro ha avuto un problema all’adduttore e lo valuteremo per Monza. Rabiot e Locatelli sono out”. Così Allegri, obbligato a vincere dopo la sconfitta subita dal Psg.

Autore