25/09/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: Europa, tocca a Spalletti, Sarri e Mourinho ma non solo. Stasera di scena anche Gasperini. Tutte gare decisive

3 min read

Mixed zone, le parole di Massimiliano allegri nella giornata di ieri, al termine della gara con il  Malmo, la quale vale il primo posto addirittura con 15 punti, meno tre dalla perfezione. Strike che non riesce nemmeno al Chelsea, il 3-3 con lo Zenit lo retrocede in seconda posizione ed ora aspettiamoci una supersfida agli ottavi di finale. Manca ancora una gara però, quella dell’Atalanta, rinviata per neve e da giocare questa sera alle 19. Andiamo a vedere che cosa ha detto il tecnico bianconero, al termine della gara di ieri: “Siamo contenti per il primo posto, dimostra che vincere non è semplice. Però mettiamo da parte la gara e pensiamo a Venezia e sono preoccupato: il secondo tempo non mi è piaciuto: Nella ripresa l’approccio mentale è stato sbagliato: abbiamo creato molto, dobbiamo essere sereni ma non possiamo avere una percentuale realizzativa così bassa. Veniamo da tre vittorie senza prendere gol e sabato giochiamo in un campo dove è difficile giocare. A Venezia sarà una gara complicata e servirà una prestazione diversa anche sotto il profilo mentale. E’ un campo più stretto, loro giocano bene e aggrediscono. Servirà una prova ordinata e giusta. Ci servono assolutamente i tre punti”.

EUROPA E CONFERENCE LEAGUE- Champions, l’ultima parola all’Atalanta che questa sera alle 19 recupererà la gara con il villarreal, rinviata ieri per neve. Più o meno alla stessa ora, alle 18:45 Napoli-Leicester. Azzurri a quota 7 punti, terzi in classifica a pari con lo Spartak Mosca, mentre gli inglesi sono primi con 8 punti, quindi ancora tutto aperto, anche per il Legia, ultimo con 6 punti. Lazio di scena invece alle 21 contro il Galatasaray, situazione di classifica differente rispetto al Napoli, l’attuale secondo posto con 8 punti varrebbe l’accesso ai play off per gli ottavi, in caso di vittoria sarebbe primo posto a spese proprio dei turchi e qualificazione diretta. Conference League, anche in questo caso, Roma a caccia del primo posto, occupato ora dal Bodo Glimt.

QUI NAPOLI- Come sopra riportato, il Napoli alle 18:45, nella giornata di ieri le parole di Spalletti in conferenza stampa: “Per noi ogni partita è da dentro o fuori. Non siamo forti se alla prima spallata si va giù. Dobbiamo fare questo salto di livello. Si tratta di avere una rosa veramente al completo e se poi dentro questi infortuni ti monta addosso anche il Covid un po’ di sofferenza ce l’hai. Dobbiamo stare attenti alle loro potenzialità. Ha un allenatore forte. La perdita di palla può diventare un momento di difficoltà di gestione e bisogna tirare fuori le nostre qualità”.

QUI LAZIO- E poi c’è Sarri che come detto, vorrebbe il primo posto e la qualificazione diretta: “Domani sarà molto importante, c’è in ballo un ottavo di finale di una coppa europea. Andare direttamente agli ottavi ci consentirebbe di avere due settimane libere per allenarci, cosa che da agosto non è mai successa. Spero che la Lazio sia cambiata rispetto all’andata, spero di vedere la nostra versione migliore, ce ne sarà bisogno”.

QUI ROMA- Mourinho, campionato a parte, testa all’Europa per cercare di riequilibrare l’andamento della sua stagione: “Domani dobbiamo andare lì e vincere. Poi se il Bodo vince, vince, siamo secondi e andiamo ai playoff di febbraio. Quello che non può essere è che il Bodo magari non vince e noi non vinciamo la nostra. Qualche giocatore riposerà, Rui Patricio Mkhitaryan, Smalling, te lo dico senza problemi. Ma faremo di tutto per vincere”.