10/04/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Rassegna: Inter, Conte ad un bivio senza più margine di errore. Tennis, Australian Open a rischio. Serie A, oggi si scrive il futuro

3 min read

Gazzetta dello sport di giovedì 4 febbraio, vigilia di Fiorentina-Inter, turno numero 21 di campionato e grande possibilità per Conte di balzare in vetta alla classifica, in attesa del Milan con il Crotone. I nerazzurri arrivano dalla pesante sconfitta casalinga contro la Juventus in Coppa Italia, in questi casi si sa, si teme una ripercussione psicologica, cosa che a questo punto assumerebbe contorni “drammatici”, sportivamente parlando. Si perché l’Inter non solo è fuori dall’Europa ma a questo punto della stagione rischia di perdere anche la finale di Coppa Italia ed anche la possibilità di aggancio al Milan, qualora non si riprendesse subito dalla sconfitta di martedì. Intanto il Napoli ferma in casa l’Atalanta, un risultato gestito con diplomazia dai due tecnici a fine gara, i quali si ritroveranno mercoledì prossimo a Bergamo per i match di ritorno. Andiamo a vedere i titoli dei maggiori quotidiani odierni, partendo da Gazzetta dello sport.

GAZZETTA DELLO SPORT- Come sopra riportato, c’è Antonio Conte sulla prima pagina di Gazzetta, osservato speciale per ciò che riguarda il presente, in relazione al futuro: “Conte, tre tormenti”. E ancora: “Troppi errori. Da Handanovic a Sanchez, tutte sviste che pesano. Cosa fa Suning? Progetto fermo, dalla proprietà nessun segnale. La Signora risale. I bianconeri in rialzo si rivelano ancora insidiosi”. A pag.2, Filippo Conticello e Davide Stoppini, fanno il punto della situazione Inter, mentre il tecnico rimane l’osservato speciale: “Il “progetto fermo” di Suning preoccupa l’allenatore nerazzurro che serra le fila per lo scudetto ma Vidal, Handanovic, Sanchez deludono e la rivale avanza… Intanto Bc Partners presenta l’offerta ufficiale: la società ha già detto no”. Coppa Italia, finisce 0-0 la semifinale di andata tra Napoli ed Atalanta: “Napoli chiuso e l’Atalanta sbatte su Ospina. Tutto si decide a Bergamo”. E ancora: ” Il verdetto è rimandato dalle parate del colombiano e dagli errori nerazzurri Insigne va k.o.ma si rivede Osimhen”. Tra i migliori in campo per la rosea abbiamo Ospina per gli azzurri con un bel 7, stesso voto per Freuler dalla parte opposta. Appuntamento a mercoledì prossimo.

CORRIERE DELLA SERA- Cambiamo argomento, tennis, a pag. 45 il punto della situazione per quanto riguarda l’Australian Open di Melbourne, prossimo alla partenza: “Allarme Covid a Melbourne– si legge sul quotidiano- dove lunedì scatta l’Australian Open. La positività di un 26enne che ha lavorato al Grand Hyatt, uno dei tre hotel in cui tennisti, coach e accompagnatori hanno trascorso la quarantena obbligatoria, ha paralizzato la macchina organizzativa costretta a sospendere i tornei in preparazione del primo Major della stagione. Subito avviato il tracciamento dei contatti del giovane contagiato– prosegue il Corriere- che si sospetta possa aver contratto la variante inglese del coronavirus. A chiunque sia stato al Grand Hyatt durante la quarantena è stato chiesto di mettersi in isolamento e sottoporsi al tampone. Si tratta di 5-600 persone, tennisti compresi, considerati come contatti casuali e non stretti”.

REPUBBLICA- Sulle pagine sportive di Repubblica si parla si di calcio ma soprattutto in termini burocratesi, vale a dire per tutto ciò che concerne l’organizzazione finanziaria e strutturale del sistema. In bilico? Certamente, per questo il quotidiano fa il punto a pag. 36 su ciò che sarà il nostro calcio da qui a breve. Così Matteo Pinci e Franco Vanni ne illustrano la situazione: “Il brivido della Serie A in bilico il voto sui Fondi. La Superlega fa paura”. La situazione: “Il giorno dei Fondi rischia di trasformarsi in un’impasse– si legge- oggi i 20 club di Serie A dovrebbero votare il “sì” definitivo alla creazione di una media company cedendone il 10% a Cvc, Advent e Fsi. Una partita da 1,7 miliardi di euro, come da contratto, scritto ma non ancora chiuso”. Rischio rinvio: “La questione intreccia due partite– prosegue il quotidiano- quella dei diritti tv e lo spettro — del tutto teorico — della Superlega. I Fondi d’investimento infatti vogliono partecipare al processo per l’assegnazione dei diritti televisivi per il triennio 2021/24 e vogliono sigillare il legame oggi, visto che da domani partiranno le trattative individuali con i broadcaster”. Intanto nella Lega qualcuno vorrebbe il rinvio del voto almeno a lunedì, quando sarà in programma un’assemblea per discutere delle offerte delle tv.  Roma e Bologna, spingono per votare subito.