03/03/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Rassegna: Juve sempre sulla scia dell’Inter. Gravina, festa grande. Champions, la Lazio alla prova più difficile

2 min read

Rassegna stampa di martedì 23 febbraio, al centro della prime pagine la Juventus che in campionato si rifà sotto, grazie alla vittoria sul Crotone per 3-0. Tre punti recuperati al Milan, mantenendo dunque la scia dell’Inter che ora dista 8 punti ma con una gara in più dei bianconeri che devono ancora recuperare il match di andata contro il Napoli. I titoli di oggi sono tutti per Ronaldo, la sua doppietta aiuta a dimenticare le sconfitte con Napoli e Porto, riportando alla vittoria una squadra che fino ad ora non ha mai fatto della continuità la propria arma migliore. Andiamo a vedere i titoli dei maggiori quotidiani sportivi, partendo da Corriere della sera.

CORRIERE DELLA SERA- La Juventus, come detto, sulle pagine sportive del quotidiano odierno, a pag. 43 l’analisi di quella che sembra essere una vittoria di routine ma che invece Pirlo illustra in tutte le sue difficoltà: “Le buone azioni di Ronaldo. Illumina la Juve, fa due gol e risolve i problemi di Pirlo Segna anche McKennie che imita Harry Potter: Crotone k.o”. Titola così Paolo Tomaselli, per quanto riguarda le pagelle invece è Ronaldo a prendersi lo scettro del migliore con un 7,5 ma attenzione a Chiesa, il suo 7 è indice di grande crescita continua: “A lungo, tra i pochi con un’idea di uno contro uno e la brillantezza per tentarlo: dispensa palloni nel mezzo”. Elezioni Figc, festa grande per Gabriele Gravina, rieletto presidente: “Gravina vince e rilancia: «Riforma campionati» e un Mondiale italiano. Il presidente rieletto con il 73,45% dei voti batte Sibilia”. Poi l’approfondimento: “Ha vinto, anzi stravinto. Gabriele Gravina sarà il presidente della Federcalcio per i prossimi 4 anni. Il risultato, alla fine dell’assemblea elettiva nell’albergo sulla collina di Monte Mario, è stato schiacciante dal punto di vista numerico e rilevante da quello politico. Gravina si è riconfermato con il 73,45 per cento dei voti, Cosimo Sibilia ha ottenuto appena il 26,25 per cento”.

REPUBBLICA- A pag. 35 dell’edizione odierna la Champions League con la Lazio che questa sera ospiterà i campioni di tutto del Bayern Monaco, una squadra che in Italia ha già fatto male alla Roma, come ricordato proprio questa mattina dal quotidiano, ironizzando sulla preparazione mentale alla gara di Simone Inzaghi: “All’Olimpico, nell’ottobre del 2014 ne rifilarono 7 alla Roma”. Certo, era un’altra squadra ma in fondo non così lontana come filosofia da quella di oggi. Quelli del Bayern sono pericolosi già dal momento in cui entrano allo stadio, dunque parafrasando Inzaghi, potrebbe anche essere lecito aspettarsi una gara a senso unico. Ciò che più fa riflettere non è solo la differenza tra Lazio ed Atalanta (che domani affronterà il Real Madrid) ma soprattutto il timore di affrontare una squadra che solo per ciò che rappresenta, parrebbe lontana anni luce dalla forza delle prime della classe in Serie A. Un timore giustificato, quello biancoceleste ma che sicuramente dovrebbe fa riflettere.