29/11/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Rassegna: Juventus e Roma pronte ad approfittare della caduta di Inzaghi. Napoli, occasione da non fallire

3 min read

Mixed zone, un sabato incredibile regala al popolo calcistico due risultati decisamente sorprendenti, per quanto riguarda la Milano del pallone. Prima l’Inter che a Roma con la Lazio dell’ex Inzaghi perde addirittura 3-1 e poi il Milan che con il Verona vede le streghe di un ko clamoroso, prima di riprendersi e di farne tre nell’arco di dieci minuti. Milan ancora imbattuto, Juve sempre distante ed ora anche l’Inter che con questa sconfitta rischia di vedere allontanarsi ulteriormente il primo posto anche se al momento, l’aria, non sembrerebbe proprio da scudetto. Andiamo a vedere che cosa hanno detto i due tecnici a fine gara, partendo da Inzaghi A Dazn: “La Lazio è una squadra di qualità, abbiamo preso il secondo gol un po’ strano, abbiamo perso la testa, ci sta che l’arbitro non ferma il gioco e che l’avversario non la mette fuori. L’arbitro può anche fermare il gioco, ma non mi soffermerei su questo ma sul fatto che una squadra come la nostra deve portare a casa un altro risultato. Lautaro era di spalle e non si è accorto che Dimarco era a terra e ha proseguito l’azione, certo ci si poteva anche fermare. Se chiederei ai miei di buttare fuori il pallone? No, la sfortuna ha voluto che abbiamo preso gol nella zona di campo in cui non avevamo il giocatore. Pioli: “Nel primo tempo il Verona è stato più pronto di noi e siamo stati un po’ sfortunati sul primo gol. Però ci abbiamo creduto. Ho visto la faccia giusta dei giocatori a fine primo tempo, dovevamo cambiare passo e lo abbiamo fatto. E’ stata una grande prova di maturità. Sono orgoglioso del carattere della squadra. Lo scudetto? Pensiamo in piccolo, gara dopo gara”. Andiamo a vedere i titoli dei maggiori quotidiani odierni, partendo da Gazzetta dello sport.

GAZZETTA DELLO SPORT- Come era logico aspettarsi, al centro della prima pagina odierna l’esultanza Milan, dopo la vittoria portata a segno grazie al vecchio cuore rossonero, capace di non mollare e di fare tre goal ad un Verona che ancora una volta si stava rivelando fatale: “Che impresa! Da 0-2 a 3-2 e torna in vetta”. E ancora: “Sua altezza Milan”. Poi sulla gara: “Il Verona spaventa i rossoneri. Nella ripresa Giroud guida la rimonta. Entra anche Ibra. Pioli: «Abbiamo costruito una grande squadra». Milan che ora guarderà Juventus-Roma in maniera decisamente rilassata, al contrario dell’Inter che dopo l’annata straordinaria di Conte, si trova a bilancio un passo indietro notevole rispetto alla scorsa stagione, anche se l’anno passato, a questo punto della stagione c’era il Milan davanti. Tornando ad oggi, la Lazio ne fa addirittura 3 ed ora comincia a farsi dura, nonostante il tanto tempo ancora a disposizione: “Ribaltone Lazio: 3-1. Inzaghi accusa i suoi: «Saltati i nervi». E ancora: “L’Inter perde partita e testa. Gioca bene per un’ora, passa ma non chiude. Anderson segna con Dimarco a terra: rissa furiosa”. Oggi tocca al Napoli contro il Toro in casa ma come detto , la sfida più affascinante sarà sicuramente Juventus-Roma alle ore 20:45.