29/06/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: l’Atalanta prova il sorpasso al Milan per restare sulla scia dell’Inter ma Mourinho non resterà a guardare. Juve, Allegri così a Bologna

2 min read

Mixed zone, Inzaghi vola a più quattro sul Milan, in virtù del 5-0 rifilato alla Salernitana. La differenza tra prima ed ultima si vede tutta, i campani non riescono proprio a mantenere gli equilibri ma restano in corsa per la salvezza perché anche il Genoa perde, 3-1 all’Olimpico con la Lazio ed ora si attende il Cagliari. Andiamo a vedere che cosa hanno detto Inzaghi e Sarri al termine delle rispettive gare, partendo dal tecnico nerazzurro a Dazn: “La cosa più bella è stato l’atteggiamento dei ragazzi, in queste partite si ha tutto da perdere. Ottimo l’approccio al match”. Sarri: “Abbiamo fatto una buona partita. L’abbiamo comandata dall’inizio alla fine concedendo niente agli avversari. Dispiace solo per il gol preso nel finale, non ci stava. Abbiamo fatto una buona prestazione. Penso che era tantissimo tempo che la Lazio non vinceva senza Immobile”.

LE GARE DI OGGI- L’Inter vola ma attenzione all’Atalanta che oggi pomeriggio alle 15 affronta la Roma in casa, anche per Gasperini l’occasione di superare momentaneamente Pioli, in attesa di Milan-Napoli, in programma domani sera. 6 punti dividono le due squadre nerazzurre, oggi una gara difficile quanto importante anche per Mourinho che deve continuare a lottare per puntare alla prossima Europa e soprattutto per evitare di farsi scavalcare dal sorprendente Empoli di Andreazzoli. Ore 18, Bologna-Juventus mentre in serata alle 20:45 c’è Cagliari-Udinese per la zona salvezza.

QUI JUVE- Juventus impegnata su più fronti in questo periodo, tra campo e società ma questa sera alle 18 l’attenzione sarà solo e soltanto sul Bologna, squadra che in classifica ha quasi gli stessi punti dei bianconeri, se non fosse per le due sconfitte consecutive rimediate contro Fiorentina e Torino. Allegri nella giornata di ieri ha presentato la gara nella consueta conferenza stampa di vigilia: “Partita importante, inserita in un percorso obbligatorio di crescita. Nessun allarmismo, però, nessuna preoccupazione e soprattutto nessun ultimatum: certo però dobbiamo migliorare. Il mercato? Non ci penso e non è compito mio. Ma non è il mercato di gennaio la soluzioni ai nostri problemi realizzativi. Chi gioca? Kulusevski non ha i novanta minuti nelle gambe perché dopo l’operazione ha perso un po’ di peso. Si è allenato ma non ha l’intera partita nelle gambe, averlo in panchina è già importante. Dybala non ha niente, però col Malmoe era affaticato e a Venezia stessa cosa. Non si rischia soprattutto perché non si è allenato con la squadra, vedremo poi col Cagliari”.