02/03/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Rassegna: Milan-Juve, la grande sfida aperta anche sul calciomercato. Come Sta Lukaku? Presunto razzismo, Cavani travolto in pieno

3 min read

Rassegna stampa di martedì 5 gennaio, vigilia del turno di campionato numero 16, il quale porterà il big match tra Milan e Juventus, uno dei più attesi di questa stagione. La squadra rossonera è cresciuta in maniera esponenziale mentre la Juve in campionato vive un periodo di grande incertezza, tra sconfitte clamorose come quella contro la Fiorentina a goleade come quella registrata contro l’Udinese domenica sera. Domani tutto questo si annullerà, le due squadre si affronteranno alle 20:45, l’Inter a quell’ora avrà già giocato contro la Sampdoria, quest’ultima intenta a rifarsi immediatamente dopo la sconfitta di domenica subita contro la Roma. Per Conte un altro match point, lui che affronterà la Juve domenica 17 gennaio. Andiamo a vedere i titoli dei maggiori quotidiani sportivi, partendo da Gazzetta.

GAZZETTA DELLO SPORT- Al centro della prima pagina odierna si vive già la sfida tra Milan e Juve con Theo Hernandez e Ronaldo a simboleggiare le proprie squadre, i propri colori. Theo ha scontato la squalifica contro il Benevento, Cristiano contro l’Udinese si è divertito, lanciando un chiaro messaggio al Milan che anche contro la Juve proverà a migliorare il proprio record dei due goal a partita, oltre a quello dell’imbattibilità, sia casalinga che esterna. Milan primo con 37 punti, Juve quinta a 27 ma con una gara in meno, in mezzo l’Inter che nel frattempo avrà già giocato e potrà dunque osservare il match da prima in classifica, oppure da seconda se Ranieri saprà riprendersi dalla sconfitta di Roma. La classifica blucerchiata non è preoccupante ma con 17 punti merita attenzione, per questo Conte non si fida, l’occasione è troppo importante per lasciarsela sfuggire. Calciomercato, Milan vicino a Simakan dello Strasburgo, era nell’aria un acquisto per la sessione invernale, il centrale francese, come riporta Carlo Laudisa  a pag.8 è ad un passo dai rossoneri: “Simakan ad un passo. Manca 1milione ed il baby francese sarà rossonero. L’offerta del Diavolo è di 14 più 3 di bonus, lo Strasburgo chiede 18. Quinquennale al giocatore”. Questa la questione da risolvere per Maldini e Massara.

TUTTOSPORT- Prima pagina del quotidiano piemontese interamente dedicata al calciomercato, Milan-Juve al centro ma non per il campo, bensì per le rispettive trattative in entrata ed in uscita: “Milan-Juve senza tregua”. Titola così il quotidiano che poi aggiunge: “In attesa della super sfida di domani, fuochi d’artificio sul mercato: Rossoneri su Zaccagni, Simakan ad un passo. Affondo bianconero per Giroud. Guaio Pirlo. Alex Sandro positivo al Covid. Colonna di destra, Inter: “Giovani e tagli, ecco il piano per il Papu, come riportato a pag.10 da Stefano Pasquino: “Prima va ridotto ulteriormente il monte ingaggi nerazzurro con gli addii di Eriksen e Pinamonti. Offerto Pellè ma non rientra nei piani. Si a Milik solo da svincolato”. E sempre in tema Inter attenzione alla situazione di Lukaku, non dal punto di vista del mercato ovviamente ma da quello fisico, dopo la gara con il Crotone ha riportato un infortunio del quale sarà valutata oggi l’entità per capire se sarà il caso o meno di rischiarlo contro la Sampdoria, come riporta Alessia Scurati: “Oggi gli esami, se non ci sono lesioni va a Genova”. E ancora: “Mini turnover con Perisic, Gagliardini e Darmian”.

CORRIERE DELLA SERA- Il quotidiano nell’edizione odierna si occupa in primis di Milan-Juve, poi calciomercato e per ultimo tratta un argomento molto delicato relativo ad Edinson Cavani e ad un episodio di presunto razzismo che lo vedrebbe coinvolto in prima persona, come scrive Alessandro Bocci a pag. 37: “La squalifica di Cavani: razzismo o un problema di lingua? L’associazione calciatori dell’Uruguay e l’Accademia della Lingua contro la Federcalcio inglese”. Poi l’approfondimento: “Alla fine, più che di razzismo– si legge a pag. 37- il caso Cavani è un problema di lingua. La storia ha scatenato un acceso dibattito che rischia di provocare un incidente internazionale. Tutto è nato per un post del centravanti del Manchester United- prosegue il quotidiano– che su Instagram ha scritto «Gracias negrito», rispondendo a un messaggio di congratulazioni di un amico. In Inghilterra si è scatenato il finimondo e Cavani ha rimosso in fretta il post chiedendo scusa. Ma non è bastato a salvarlo dalla furia della Football Association, che lo ha squalificato per tre giornate e condito il provvedimento con una multa salatissima da centomila sterline e un percorso rieducativo sul tema razzismo”.