03/10/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: Morata, avanti con l’operazione Barça. Lukaku, l’anno si chiude con le scuse ai tifosi dell’Inter

3 min read

Rassegna stampa di venerdì 31 dicembre, il calciomercato sulla scena nazionale ed internazionale, a pochi giorni ormai dall’apertura ufficiale si avviano le prime trattative di “riparazione”, non tantissime, come di consueto. La notizia del giorno riguarda la Juventus, in particolare Morata, osservato e richiesto dal Barcellona. Secondo quanto riportato da AS, Xavi avrebbe già parlato con Morata, il quale avrebbe aperto alla cessione e sarebbe disposto ad abbassarsi l’ingaggio, causa il poco agio alla Juventus. La situazione: come riporta Sportmediaset, Xavi avrebbe prospettato all’attaccante un progetto a lungo termine da prima punta del Barça, non a caso avrebbe proposto all’Atletico Madrid di pagare i 40 milioni pattuiti con la Juventus per il riscatto del giocatore, con i 40 che i Colchoneros dovrebbero dare ai blaugrana per comprare Griezmann a titolo definitivo.

POSIZIONE JUVE- Sempre secondo Sportmediaset, l’operazione sarebbe ormai partita ma è ovviamente ancora in fase di costruzione. Il Barcellona vorrebbe Alvaro Morata. Dopo la richiesta di Xavi, il giocatore non ci ha pensato un attimo e con il club catalano ci sarebbe già un accordo di massima: i bianconeri, molto probabilmente a giugno, alla fine del prestito biennale (pagato 10 + 10 milioni di euro), non verseranno i 35 milioni di riscatto dall’Atletico Madrid, meglio dunque anticipare i tempi e cogliere l’occasione.

Inter, la sorpresa di fine anno che non ti aspetti: Lukaku vorrebbe tornare. Si parte con le scuse ai tifosi attraverso Sky Sport

NON ERA IL MOMENTO- “Non era il momento di andarmene, non dovevo farlo così, chiedo scusa ai tifosi, spero nel profondo del cuore di tornare per vincere ancora. È arrivato il momento di parlare non era il momento giusto per andarmene, non dovevo farlo così. Avrei dovuto prima parlare con i tifosi. Ho l’Inter nel cuore e tornerò a giocare lì, sono innamorato dell’Italia”.

SCUSATE- “Prima di tutto voglio chiedere scusa ai tifosi dell’Inter, dovevo andarmene in un altro modo e spiegarvi. Quello che avete fatto per me, per la mia famiglia, per mia madre, per mio figlio rimarranno per sempre nella mia vita. Spero nel profondo del cuore di tornare all’Inter, ma non a fine carriera, voglio tornare quando sarò ancora ad alti livelli per provare a vincere di più”.

CONDIZIONE FISICA- “Fisicamente sto bene, ancora meglio di prima. Dopo due anni in Italia, in cui ho lavorato tantissimo all’Inter con preparatori e nutrizionista, fisicamente sto bene. Non sono però contento della situazione, questo è normale. Penso che il mister abbia scelto di giocare con un altro modulo, io devo solo non mollare e continuare a lavorare ed essere professionista. Non sono contento per la situazione, ma sono un lavoratore e non devo mollare”.

INTER DI OGGI-  “Non mi piace fare paragoni. Quella di adesso, dobbiamo essere onesti, gioca davvero bene, è prima in classifica e ti giuro davanti a Dio che spero che quella squadra vinca, sono i giocatori a cui voglio sempre bene perché è grazie a loro che sono Romelu Lukaku di oggi. Spero che vinca questa squadra, che continui a crescere. Perché l’Inter e i suoi tifosi per me devono essere una squadra top, che merita sempre il meglio. Io spero che dopo la pausa loro continuino a vincere le partite. Non si può sapere cosa succede nel calcio”.