25/09/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: questa sera tocca a Real Madrid e Psg. City tranquillo. Ancelotti e Pochettino tesi e concentrati alla vigilia

3 min read

Mixed zone, Inter eliminata dal Liverpool per via di un punteggio inferiore al termine dei 180 minuti ma a testa alta per via delle difficoltà create alla squadra di Klopp, scesa in campo solo per contenere il 2-0 dell’andata. Senza spingere particolarmente, i Reeds passano il turno non senza brividi e comunque sconfitti come non succedeva da tanto tempo. Andiamo a vedere che cosa hanno detto i due tecnici al termine della gara, partendo da Inzaghi ai microfoni di Sportmediaset: “Abbiamo fatto una grande gara, in uno stadio difficilissimo contro una squadra molto forte, i ragazzi sono stati bravissimi. C’è rammarico soprattutto per la gara d’andata, un risultato bugiardo. Un passo in più per la nostra crescita? Penso di sì, questa squadra erano 11 anni che non giocava un ottavo. Il sorteggio ci ha dato la squadra più forte d’Europa e noi ce la siamo giocata alla pari, nelle due gare non siamo stati inferiori al Liverpool”. Klopp: “L’arte del calcio è anche perdere le partite giuste. Comunque, mi dà fastidio aver perso… Se c’era un match che potevamo permetterci di perdere, era quello di stasera. Lo scopo di questa competizione è andare avanti, ma non è che sia proprio felicissimo… Stasera abbiamo avuto qualche problema, inclusa la buona qualità dell’avversario. E’ stato clamoroso come siamo riusciti a sbagliare occasioni gigantesche, perché avremmo potuto vincere, ma c’è da dire che aveva contro un avversario forte. L’Inter ha giocato un po’ come il Leeds di Bielsa, ma con più qualità. Di noi non mi è piaciuto il pressing, abbiamo perso troppi palloni in momenti strani”.

BAYERN SPIETATO- Bayern Monaco-Salisburgo inizia sullo 0-0 ma con l’1-1 dell’andata che di certo non piace ai bavaresi. All’Allianz Arena contro il Salisburgo succede quello ti aspetti, ovvero una goleada tipica Bayern ma inusuale agli ottavi di finale: il 7-1 cancella dunque il brutto 1-1 dell’andata in Austria da una tripletta di Lewandowski (12’, 21’ e 23’) e rete di Gnabry (31’). Al 54’ arriva la manita di Muller. Gol della bandiera di Kjaergaard, poi Muller e Sané completano la festa. Stasera altre due gare: Real Madrid-Psg e Sporting Lisbona Manchester City.

QUI MADRID- “Abbiamo avuto modo di svolgere un certo lavoro atletico, abbiamo puntato sull’aspetto fisico; a Parigi non abbiamo giocato bene, domani abbiamo fiducia di disputare una grande partita. Il miglior Real Madrid può competere con il miglior Paris Saint-Germain; abbiamo visto il miglior PSG all’andata, domani vedremo il miglior Real Madrid. Karim Benzema? Sta bene, è tornato a essere il Benzema che era prima di infortunarsi”. Così Carlo Ancelotti, come riporta Sportmediaset, alla vigilia del ritorno degli ottavi di Champions.

QUI PARIGI- Mauricio Pochettino affronta la vigilia del match più importante della stagione con estrema tranquillità: “Il modo migliore per difendere l’1-0 dell’andata è giocare per vincere. Lo abbiamo fatto a Parigi e dobbiamo ripeterci a Madrid. Sarà una partita diversa, ci vorrà grande concentrazione. Mbappé? Sta bene. Ha sentito dolore subito dopo aver subito il colpo, ma dopo un paio d’ore camminava normalmente. Speriamo che domani possa allenarsi e giocare senza problemi”.