29/06/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: Sassuolo, parlano Dionisi e Raspadori. Ecco come i neroverdi si preparano alla gara. Giro, l’incredibile storia di Biniam Girmay

2 min read

Rassegna stampa di mercoledì 18 maggio, si avvicina sempre di più la giornata di domenica, Milan, Sassuolo ed Inter si stanno preparando per dare vita alla giornata di campionato più emozionante della stagione. Come sappiamo, lo scudetto si gioca sull’asse Reggio Emilia-Milano, Sassuolo da una parte e Sampdoria dall’altra saranno le variabili che Milan e Inter dovranno superare per conquistare il titolo campioni d’Italia. Milan in vantaggio rispetto ai nerazzurri, ad ogni modo, come riportato da Sportmediaset, il tecnico del Sassuolo è stato chiaro sull’andamento dell’incontro, a margine di un convegno proprio al Mapei Stadium. 

NIENTE DI MEGLIO- “Non si poteva desiderare niente di meglio che finire il campionato contro una squadra importante che si giocherà tanto. Noi la affronteremo nel modo migliore possibile, con entusiasmo perché sarà una partita difficile ma vorremmo finire in maniera positiva”.

QUELLA VITTORIA CON L’INTER-  “La vittoria a San Siro contro l’Inter insegna niente, sono passati tanti mesi, è preistoria. Non importa ciò che abbiamo fatto in passato, speriamo di far ricordare ciò che faremo domenica. Può accadere una sorta di nuovo 5 maggio ma questa volta a favore dei nerazzurri? Parlo solo del Sassuolo, non facciamo favori ad altri”.

Non solo Dionisi, al convegno presente anche Raspadori, il quale ha così espresso il proprio pensiero in merito

TUTTO COME SEMPRE-  “Contro il Milan credo non ci sia niente di diverso da fare da ciò che si fa sempre: fare le cose con impegno e serietà. La serenità di affrontare le cose pensando solo a noi stessi ci ha portato a fare quello che abbiamo fatto quest’anno. Anche nell’ultima giornata io penso che non ci debba essere niente di diverso rispetto a quello fatto fino ad oggi”.

Ciclismo e Giro d’Italia, l’incredibile storia di Biniam Girmay

COSA È SUCCESSO- Biniam Girmay costretto ad abbandonare anzitempo la corsa rosa a causa del problema all’occhio sinistro accusato ieri, quando nel celebrare il successo di Jesi è stato colpito dal tappo della bottiglia di spumante. Dalla gioia per la prima storica vittoria al Giro d’Italia dunque, al ritiro nel giro di breve e senza essere caduto dalla bicicletta. È stato lo stesso velocista eritreo della Intermarché-Wanty-Gobert ad annunciarlo con un videomessaggio social. Ad ogni modo l’occhio non sembra avere subito danni rilevanti, ha spiegato Girmay.”Bini ti aspettiamo presto sulle nostre strade”. Questo invece l’augurio degli organizzatori del Giro.