25 Gennaio 2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Rassegna stampa: Marotta riflette attentamente sul futuro e lancia un monito

2 min read

Rassegna stampa di martedì 14 luglio, torna il sereno (o quasi) in casa Inter dopo la bella vittoria per 3-1 contro il Toro, tanti gli spunti positivi sottolineati questa mattina dai maggiori quotidiani nazionali, uno su tutti, le parole di Conte a fine gara, il quale ricorda pubblicamente l’esistere di un progetto che lo accomuna alla società, malgrado i risultati altalenanti. Andiamo a vedere quelli che sono i titoli principali della giornata di oggi.

GAZZETTA DELLO SPORT: “Conte svolta: «C’è un progetto triennale ma non resto se sono di troppo». Questo il titolo in prima pagina, internamente alle pag. 6, Valerio Clari riporta le parole del tecnico per un titolo di ampia da ampia discussione: “Progetto triennale ma non rimango se mi sento di troppo”. Al tecnico viene chiesto inoltre di rendere conto sugli esclusi: “Eriksen è un caso”. Titola così Clari, poi aggiunge le parole di Conte: “Qui aspettative alte. Serve cattiveria. Marotta, oltre a confermare la fiducia al tecnico, escludendo cambiamenti è invece intervenuto sull’altro grande escluso, ovvero Brozovic: “Club e gruppo vanno rispettati”.

CORRIERE DELLA SERA- “Risveglio Inter”. Titola così il quotidiano a pag.42 con Alessandro Bocci, il quale pone la lente sulla differenza tra il primo ed il secondo tempo nerazzurro. Nella prima frazione i granata si impongono portando alla luce i soliti famtasmi di Conte che però è bravo a motivare i suoi all’intervallo, tanto da ribaltarla nel giro di tre minuti che valgono “un pezzetto di cielo”. Focus inoltre sugli interrogativi mai risolti: l’approccio sbagliato, le fragilità difensive e la scarsa vena sino all’intervallo di tutti gli interpreti. La curiosità: “6 i goal consecutivi segnati da Andrea Belotti con il Torino. L’attaccante granata raggiunge Rizzitelli ed Immobile”.

REPUBBLICA- “La Serie A vuole aprire gli stadi. All’Olimpico 30mila persone”. Repubblica apre con l’Inter seconda in classifica al pari della Lazio e poi vira sulla riapertura graduale degli stadi. Situazione che sta già facendo ampiamente discutere, come riporta Matteo Pinci, il quale sottolinea la contrarietà da parte del comitato scientifico, inoltre Spadafora alla guerra dei mandati con le federazioni. Il piano: 30mila all’Olimpico. Si perchè per ogni stadio ci sarebbe da valutare una percentuale tra il 25 ed il 40 di pubblico per impianto, questo secondo il nuovo protocollo che oggi arriverà a Gravina perchè lo inoltri al CTS.