02/08/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Regno Unito: la premier Theresa May in lacrime annuncia le sue dimissioni

2 min read

La premier britannica Theresa May ha annunciato in lacrime che si dimetterà il 7 giugno. Stando a quanto riferito da fonti di governo alla Bbc, May dovrebbe anche fissare un calendario per l’avvio delle procedure di nomina del suo successore, probabilmente il prossimo 10 giugno, dopo la visita nel Regno Unito del presidente americano Donald Trump.

Plauso alle dimissioni, dal leader laburista Jeremy Corbyn che ritiene giusta e inevitabile la decisione della premier britannica di dimettersi e chiede “elezioni immediate “. La premier, spiega Corbyn, “ha ammesso ciò che il Paese sa da mesi: che lei non può governare e neppure può il suo partito diviso e in via di disintegrazione”.

Dopo aver incontrato il capo della Commissione parlamentare conservatrice 1922 Graham Brady, che le ha fatto capire che era finita, May ha pronunciato un discorso molto accorato e commovente alla nazione. Ha rimarcato che il Regno Unito “non è solo una famiglia di quattro nazioni”, ma soprattutto un’unione di persone, di qualsiasi razza, credo, sesso o preferenze sessuali: “Un Paese per tutti. Insieme siamo il futuro”.

Poi la May ha ricordato quelli che lei ha definito i successi del suo governo in politica interna, ma anche le tragedie che hanno scosso il Regno, come quella della Grenfell Tower. Ha sottolineato l’importanza dei valori centristi, ma soprattutto del compromesso: “Non dimenticatelo mai: compromesso non è una parola sporca, la vita è fatta di compromessi”.

Subito dopo il discorso, il suo possibile successore, alias Boris Johnson, ha twittato: “Un discorso di grande dignità da Theresa May, ora è tempo di andare avanti verso ciò che lei ha chiesto: unirci e attuare la Brexit”.

E Bruxelles resta disponibile al dialogo col prossimo premier, ma sulla Brexit “la posizione non cambia” e l’Accordo di recesso non può essere rinegoziato. Lo ha detto la portavoce della Commissione europea Mina Andreeva, spiegando che Juncker continuerà a restare in contatto con May.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha invece reso omaggio al “lavoro coraggioso” della premier britannica Theresa May dopo l’annuncio delle sue dimissioni e lancia un appello ad un “rapido chiarimento” sulla Brexit: è quanto riferisce l’Eliseo.