Risotto zucca e pancetta

La temperatura di questo periodo ci fa amare piatti caldi conditi con ingredienti di stagione…Che ne dite se oggi ci concediamo un risotto alla zucca? 

Utilizzata non solo in cucina, ma anche in cosmesi e in medicina, la zucca, è originaria dell’America Centrale e i semi più antichi, ritrovati in Messico, risalgono addirittura al 7000-6000 a.C. Nel nord America  rappresentava un alimento “base” della dieta degli Indiani e infatti i primi coloni impararono da loro a coltivarla. Insieme alla patata e al pomodoro, è stato uno dei primi ortaggi esportati dopo la scoperta dell’America.  

Provate questa ricetta con pancetta, io la trovo davvero sfiziosa e di facile esecuzione. 

Segnate cosa vi occorre:  

  • 350 gr di riso Carnaroli 

  • 350 gr di zucca 

  • 200 gr di pancetta dolce o affumicata 

  • 1/2 cipolla bianca 

  • 1 l di brodo vegetale  

  •  Parmigiano grattugiato 

  • 1 cucchiaio di olio extra vergine 

  • 50 gr di burro 

  • un paio di foglie di salvia 

  • una cimetta di rosmarino  

Fate appassire a fuoco dolce la cipolla tritata in 25 g di burro ed 1 cucchiaio di olio. 

Aggiungete poi la pancetta a dadini e la zucca, sbucciata, pulita e tagliata a cubetti non troppo grande; fate cuocere per un pò senza aggiungere acqua finché non sara’ ben morbida; unite poi la salvia ed il rosmarino tritati molto finemente ed il riso che lascerete tostare per bene, dopodiché sfumate con il vino bianco. 

Una volta che il vino sarà evaporato, potete aggiungere il brodo, poco alla volta e mescolate. Ci vorranno almeno 20/ 30 min per cuocere il riso, dipende dal tipo che avete scelto e dalla sua qualità. Spegnete poi il fuoco ed  aggiungete il parmigiano e il burro rimasto; infine mantecate mescolando per bene. 

Al momento di servire date il tocco finale su ciascun piatto con una spolverata di parmigiano e una macinata di pepe nero. 

Per decorazione potreste usare delle fettine di zucca lasciate con la buccia e tostate in forno. 

Beh, il riso ha sempre il suo perché, sebbene, come dice ConfucioSe vedi un affamato non dargli del riso: insegnagli a coltivarlo”  

Commenta l'articolo con Facebook

News Correlate

Lascia un Commento