Roma: arrestato Marra braccio destro della Raggi

Nuovi guai in Campidoglio. I carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale guidati da Lorenzo D’Aloia, su richiesta della procura di Roma, hanno arrestato con l’accusa di corruzione Raffaele Marra, braccio destro della sindaca Virginia Raggi, ex vice capo di gabinetto del Campidoglio e ora alla guida del Dipartimento Personale, accusato di aver intascato una tangente quando lavorava all’Enasarco.

In manette anche il costruttore e immobiliarista Sergio Scarpellini. 

Un’inchiesta de L’Espresso aveva scoperto come Marra e sua moglie fossero riusciti a comprare a prezzi stracciati e sconti record case da privati e da enti come, appunto, la Fondazione Enasarco. In quel periodo Marra era a capo del dipartimento politiche abitative del Comune di Roma. L’indagine è coordinata dal procuratore aggiunto Paolo Ielo. Dopo l’arresto di Marra i militari stanno eseguendo nuove perquisizioni in Campidoglio.

virginia-raggi-campi-rom-770x523

Ma non è tutto, perché l’Authority anticorruzione e la procura di Roma indagano sulla nomina alla direzione turismo del Campidoglio di Renato Marra, fratello di Raffaele.

E’ l’effetto di un esposto presentato il 14 novembre dall’associazione dei consumatori Codacons, che chiedeva di accertare la possibile violazione dell’articolo 7 del codice di comportamento dei dipendenti pubblici, in vigore dal 2013 , ma anche responsabilita’ penalmente rilevanti quali il reato di abuso di ufficio.

News Correlate