26/09/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Salvini: “Se Lega al Governo via obbligo vaccini”

2 min read

Northern League leader Matteo Salvini speaks during a press conference in Milan, Italy, 26 June 2017. Northern League leader Matteo Salvini said that the way the centre right parties joined forces for the victories in the local elections should be used at the national level. ANSA / MATTEO BAZZI

Il leader del Carroccio, Matteo Salvini, annuncia su twitter che se la Lega salirà al Governo cancellerà le norme sui vaccini varate dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. In particolare la Lega si oppone all’obbligatorietà delle vaccinazioni. “Cancelleremo norme Lorenzin. Vaccini sì, obbligo no” twitta il leader del Carroccio, che si schiera anche contro la tassa sulle sigarette elettroniche, definendola assurda.

Immediata la replica del ministro della Salute Lorenzin, secondo la quale la Lega Nord va ben oltre il populismo “La Lega sui vaccini mostra di essere peggio che populista. Ma di perseverare nell’estremismo dell’incompetenza. La posizione di Salvini e di altri massimi esponenti della Lega, che oggi dichiarano come primo provvedimento di voler abolire l’obbligatorietà vaccinale, è uguale a quella del Movimento 5 Stelle. La Lega gioca, per qualche voto in più, sulla salute degli italiani, sulla salute dei nostri figli, rischiando di continuare a perorare una causa no vax che mette seriamente a rischio le campagne di informazione scientifiche e sanitarie. L’Italia va vaccinata dagli incompetenti”. Queste le dichiarazioni rilasciate dal ministro Lorenzin in una nota.

La responsabile della Sanità italiana ribadisce la sua posizione, rispondendo all’annuncio del segretario leghista anche via Twitter: “Con abolizione obbligo #vaccini, #Salvini mette a rischio salute dei nostri figli. #vaccinocontroincompetenti”.

Sulla questione interviene anche Matteo Renzi, che allarga il tiro anche su Forza Italia e twitta: “Berlusconi torna indietro sul lavoro. Salvini torna indietro sui vaccini. La destra italiana di oggi è questa qui. Noi vogliamo andare avanti. Per l’Italia, senza paura”.

Il tema dell’obbligatorietà dei vaccini divide il centrodestra,  dove le posizioni  al riguardo sono molto differenti. Se la Lega infatti ha votato contro fin dall’inizio al decreto Lorenzin, Fratelli d’Italia si è astenuta mentre Forza Italia ha votato a favore del provvedimento. Una diversità di vedute che ora si ripropone.

Dal canto suo invece il candidato premier dei 5 stelle, Luigi Di Maio ai microfoni di Tgcom24  ha dichiarato:”Io sono vaccinato, vaccinerei mio Figlio. Tutta “la mia famiglia è vaccinata. Crediamo nei vaccini”.