Senato: via libera al Jobs Act

Arriva il via libera anche dal Senato e passa la fiducia al Jobs Act. In questo modo è stato approvato definitivamente in terza lettura la delega per la riforma del mercato del lavoro nella stessa versione licenziata dalla Camera.

I sì sono stati 166, i no 112, un solo e ininfluente astenuto.

Dunque il Jobs Act diventa legge e il premier Matteo Renzi esulta e su Twitter scrive

“Il Jobs Act diventa legge. L’Italia cambia davvero. Questa e’ #lavoltabuona. E noi andiamo avanti”

Il ministro del lavoro Poletti da parte sua ha voluto ringraziato il Parlamento e ha precisato

“il lavoro è una delle questioni essenziali su cui agire”

“Il testo sul lavoro è stato significativamente cambiato e significativamente migliorato. Si tratta di un riconoscimento del lavoro del parlamento che il governo accoglie positivamente”

Lo stesso fa sapere che è necessario uscire dalla situazione di stallo in cui l’Italia si trova

“Possiamo discutere sui numeri della disoccupazione, degli occupati e degli inattivi e riflettere su come vanno interpretati. Ma oggi siamo di fronte a un dato di fatto, c’è una pesantissima crisi, una situazione di stallo nel nostro paese, una caduta degli investimenti e dei consumi interni e dell’occupazione. Questo è il risultato di anni e anni”

I punti maggiormente citati dal testo uscito da Palazzo Madama sono rappresentati dalla riforma degli ammortizzatori sociali e delle politiche attive, la revisione e semplificazione delle norme e delle tipologie contrattuali e il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti.

News Correlate

Lascia un Commento