20/10/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Serie A, 19 gare per incoronare il Napoli campione d’Inverno

3 min read

Il Girone di andata va in archivio, il Napoli è campione d’Inverno davanti alla Juventus, crolla l’Inter dopo un cammino da prima in classifica

Diciannovesima giornata del campionato di Serie A, non basta per laureare la Juventus campione d’inverno, il Napoli chiude metà stagione con un punto più, in virtù della vittoria esterna di Crotone. Al Napoli va dato atto di un semi-successo arrivato nonostante i tanti problemi degli ultimi tempi, specialmente con il goal. L’Inter? Purtroppo per Spalletti si realizza ciò che i più dicevano già da inizio stagione ovvero vedere fino a che punto l’Inter avrebbe retto la pressione del primo posto in classifica. Detto fatto, l’Inter spara le sue ultime cartucce contro il Chievo, quel 5-0 chiude praticamente il girone di andata, la squadra va in vacanza in anticipo e successivamente raccoglie 2 sconfitte 2 pareggi, oltre alla vittoria ai calci di rigore in Coppa Italia con il Pordenone. 

C’è chi sta peggio, parliamo della Roma, quarta squadra candidata alla prossima Champions League. Di Francesco gioca un girone di andata eccellente ma si perde nel finale, complice l’astinenza da goal di Dzeko ed un attacco che in generale segna pochissimo ma spreca tanto. La Roma dopo 18 giornate (deve ancora recuperare quella con la Sampdoria) vanta 39 punti e 29 goal fatti, la media è quella di metà classifica. Di buono di Francesco ha la miglior difesa del campionato, 12 i goal subiti, meno uno dal Napoli primo in classifica. In corsa per la Champions League e molto vicino alla Roma c’è la Lazio che con 37 punti pressa la squadra giallorossa, Inzaghi ha da recriminare lo 0-0 con l’Inter dove Felipe Anderson ha praticamente fallito sotto porta il goal che avrebbe potuto portare i 3 punti.

MILAN- Il girone di andata lo possiamo suddividere in tre blocchi: le prime 7 gare, le 6 gare centrali e le ultime 6 gare. Nelle prime 7 gare  il Milan ha totalizzato 12 punti contro Crotone, Cagliari, Lazio, Udinese, Spal, Sampdoria e Roma. Nelle 6 successive contro Inter, Genoa, Chievo, Juventus, Sassuolo e Napoli i rossoneri hanno totalizzato 7 punti, segno evidente che la crisi aveva preso drammaticamente campo, con la speranza che finisse proprio contro la squadra di Sarri, incontro che metteva fine al ciclo di gare più difficili con le squadre di vertice.

LE ULTIME 6- Superata in malo modo la gara di Napoli si ricomincia con il Toro e con la speranza il Milan possa finalmente procedere verso il recupero ed invece il disastro continua, perchè di questo si parla, di disastro che tuttavia gode della possibilità di rettifica grazie al girone di ritorno. Lo 0-0 casalingo con il Toro costa a Montella la panchina, arriva Gattuso che di primo acchitto regala subito il primo punto al Benevento, autore della più bella gara della stagione.

Gli incontri successivi portano 3 punti casalinghi contro il Bologna, prima delle sonore sconfitte con Verona ed Atalanta. Firenze arriva invece dopo la vittoria nel Derby ma anche qui parliamo di un punto preso al termine di una gara piatta, accesa soltanto nel finale. Insomma le 6 gare che avrebbero dovuto rappresentare la svolta portano invece soltanto 6 punti, il trend peggiore in base all’analisi proposta. Il Milan al momento si trova in undicesima posizione con 25 punti, l’Europa nonostante tutto è ancora accessibile, addirittura la Champions ma solo vincendo l’Europa League.

CLASSIFICA- Napoli 48; Juventus 47; Inter 41; Roma 39; Lazio 37; Sampdoria 30; Udinese 27; Fiorentina 27; Atalanta 27; Torino 25; Milan 25; Bologna 24; Chievo 21; Sassuolo 21; Cagliari 20; Genoa 18; Spal 15; Crotone 15; Verona 13; Benevento 4

MARCATORI- Icardi 17; Immobile 16; Dybala 14; Quagliarella 12; Mertens 10; Higuain 9; Dzeko 8; 

PROSSIMO TURNO- Chievo-Udinese; Fiorentina-Inter; Torino-Bologna; Milan-Crotone; Napoli-Verona; Spal-Lazio; Benevento-Sampdoria; Genoa-Sassuolo; Roma-Atalanta; Cagliari-Juventus