ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Serie A: Roma a valanga, la Viola stende la Dea, il Frosinone ribalta il Sassuolo

2 min read

Dopo un’orribile partenza con un solo punto in 3 partite, la Roma di Josè Mourinho si scatena. All’Olimpico contro l’Empoli finisce 7-0! Doppietta di un ritrovato Dybala (primo gol su rigore al primo minuto) e primo gol in maglia giallorossa per Romelu Lukaku. Prima gioia romanista anche per l’altro neoacquisto Renato Sanches; poi, autorete di Grassi e i sigilli di Cristante e Mancini. In casa dei toscani adesso il tecnico Zanetti rischia l’esonero alla luce di numeri desolanti: ultimo posto in classifica con zero punti, nessun gol fatto e 12 subiti.

Per la Roma, dunque, il miglior modo per cancellare un avvio di campionato da lotta salvezza. E’ proprio il caso di dirlo: i giallorossi si prendono in scioltezza la prima vittoria stagionale e cancellano i fantasmi d’inizio stagione. Ma adesso servono continuità e conferme contro avversari più probanti, a cominciare da giovedi prossimo in Moldavia contro lo Sheriff Tiraspol nel girone di Europa League. Tornando ai singoli, bene anche Cristante: il regista dell’ItalSpalletti segna, regala un assist e causa l’autorete di Grassi.

Stadio Franchi: la Fiorentina vince 3-2 in rimonta con Kouam, l’errore di Adopo condanna l’Atalanta. Per la Viola segnano anche Bonaventura e Martinez Quarta. Nella Dea finalizzano Koopmeiners e Lookman. Mister Vincenzo Italiano, pertanto, torna a vincere dopo aver raccolto soltanto un punto nelle ultime due sfide. Oltretutto, la Fiorentina con 7 punti scavalca in classifica proprio gli orobici. L’Atalanta paga alcune distrazioni in difesa. Stavolta il Gasp ha avuto troppo poco da De Ketelaere e dal subentrato Scamacca.

Frosinone: i ciociari non si fermano più. Straordinaria rimonta al Sassuolo, 4-2. E’ stata la gara degli ex, da una parte e dall’altra. Pinamonti con una doppietta illude i neroverdi emiliani, poi la squadra di Di Francesco ribalta la gara con Cheddira (primo gol in A) e Mazzitelli, doppietta anche per lui. A segno anche l’altro ex emiliano Lirola e allo Stirpe esplode la festa giallazzurra per la seconda vittoria in campionato e una classifica che proietta la squadra al sesto posto a braccetto con il Napoli campione d’Italia. Botta e risposta in terra lombarda tra Monza e Lecce: 1-1. Senza reti il “lunch-match” Cagliari-Udinese con i sardi spreconi in attacco. All’appello ora mancano Salernitana-Torino e Verona-Bologna.

Autore